Skip to content

I sistemi di elaborazione : software di sistema – software di base

SISTEMA OPERATIVO Il sistema operativo comprende quell’insieme di programmi che consentono il governo di un elaboratore, ovvero consentono all’elaboratore di compiere tutte quelle azioni di base che regolano il suo funzionamento: consente di stampare, di salvare documenti, di accendere il computer, ecc. …
PRINCIPALI COMPITI:
- GESTIONE DEI FILE : l’insieme dei dati o informazioni prodotte dal sistema di elaborazione, e i programmi sono contenuti in oggetti che prendono il nome di FILE. I file vengono memorizzati sulle memorie di massa e richiamati a seconda delle necessità dall’utente.
Il sistema operativo regola la formazione dei file elementari 8permette di crearli, memorizzarli e riutilizzarli).
I file rappresentano la STRUTTURA AD INDICE che consente di sapere dove andare a reperire i dati e i programmi. La struttura ad indice comprende la creazione di oggetti superiori che contengono al loro interno oggetti elementari. Gli oggetti di ordine superiore sono le cartelle.
- GESTIONE DELLE COMPONENTI hardware (processore, memoria centrale, memoria di massa, periferiche di input e di output) : il sistema operativo regola il collegamento e lo scambio di dati e informazioni tra le diverse componenti hardware e regola le azioni di queste componenti a fronte di un comando impartito dall’utente. È il sistema operativo che da l’impulso alla componente hardware di svolgere il comando richiesto.
- REGOLA LO SVOLGIMENTO DEI COMANDI SPECIFICI IMPARTITI DALL’UTENTE E VIGE SULL’ESECUZIONE DEI PROGRAMMI APPLICATIVI : da un ordine, sottoforma di istruzioni, da svolgere. L’utente “dice” all’elaboratore prima quali azioni deve svolgere, per poi potere eseguire quel determinato comando.
- SI OCCUPA DI GESTIRE L’INTERFACCIA UTENTE-SISTEMA : il sistema operativo determina le modalità con la quale l’elaboratore comunica con l’utente finale. La comunicazione avviene utilizzando un linguaggio più o meno prossimo all’utente finale.
CARATERISTICHE COMUNI AI SISTEMI OPERATIIVI PER MICROELABORATORI (PC di piccole dimensioni):
- GARANTISCONO UNA GESTIONE GERARCHICA DEI FILE (FILE SYSTEM) : cartelle e sottocartelle. L’idea è quella di una gestione di un archivio.
- INTERFACCIA UTENTE : è un sistema di tipo grafico, ci sono delle icone (figurine intuitive) Un esempio di interfaccia utente è il GUI – GRAFICAL USER INTERFACE.
- CONSENTONO ALL’ELABORATORE DI SVOLGERE ELABORZIONI DI BETCH ED ELABORAZIONI INTERATTIVE
ELABORAZIONI DI BETCH : quando un sistema operativo richiede all’utente e al programma applicativo che questo utilizza, di introdurre tutti i comandi che egli desidera comunicare all’elaboratore, poi l’elaboratore inizia a svolgere le trasformazioni dei dati in informazioni. In alcuni casi si può dire all’elaboratore quando eseguire questi comandi (ad esempio di notte).
ELABORAZIONI INTERATTIVE : quando il sistema operativo consente all’elaboratore di eseguire un comando simultaneamente al momento in cui questo viene impartito. Si chiama anche elaborazioni in linea.
- MULTITASKING : il sistema operativo consente di svolgere contemporaneamente i comandi regolati da due programmi applicativi diversi che contemporaneamente agiscono sull’elaboratore. Si possono utilizzare contemporaneamente due programmi diversi.
- MULTITHREADING : consentono all’utente di impartire due o più comandi contemporaneamente utilizzando però un solo software APPLICATIVO
- MULTIUSING : il sistema operativo consente a più utenti di utilizzare contemporaneamente la stessa piattaforma di elaborazione, che è rappresentata da un insieme di hardware + un sistema operativo installato su questo hardware.
I SISTEMI OPERATIVI PIÙ NOTI:
- DOS (DISK OPERATING SYSTEM) : il primo sistema operativo per PC, quando i sistemi di elaborazione si sono diffusi anche tra utenti non specializzati.
- MACHINTOSH
- MICROSOFT WINDOWS : l’innovazione rispetto a DOS è stata l’utilizzo del sistema grafico delle icone.
- LINUX : l’innovazione è stata nel sistema operativo: la parte dei software OPENSORCE è una nuova filosofia di concepire il software che si oppone ai software PROPRIETARI, alle aziende con oligopolio, con software LIBERI: vengono messi a disposizione i software in forma di CODICE DI SORGENTE, che è l’insieme delle istruzioni espresse in forma di righe di linguaggio di programmazione, create dal programmatore che costituiscono gli ordini comprensibili dall’elaboratore, ordini attraverso i quali l’elaboratore svolge le attività comprese in un programma.
In questo modo si ha un sistema operativo gratuito e possibile da modificare. Così si possono ottenere miglioramenti dei software perché gli utenti possono modificarlo in base alle loro doti. Linux è molto diffuso tra gli utenti che si occupano di materie scientifiche.
I SISTEMI OPERATIVI CONNESSI IN RETE PER PIATTAFORME MULTIUSING:
- MICROSOFT WINDOWS NT/2000
- UNIX/SOLARIS
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.