Skip to content

La standardizzazione delle azioni nelle s.p.a.

Standardizzazione significa anzitutto che ogni azione ha identico valore nominale e, in secondo luogo, che ciascuna azione attribuisce:
- il diritto a una parte proporzionale degli utili netti e del patrimonio netto risultante dalla liquidazione;
- il diritto di voto.
Le azioni devono essere di uguale valore e conferiscono ai loro possessori uguali diritti.
Il principio di eguaglianza così sancito per le azioni c.d. ordinarie viene tuttavia derogato dalla previsione della possibilità di creare, con lo statuto o con sue successive modificazioni, categorie di azioni fornite di diritti diversi.
La standardizzazione opera, quindi, non in via assoluta, ma solo a livello di categorie di azioni.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.