Skip to content

Il reddito d'impresa degli imprenditori individuali e delle società di persone

Il reddito d'impresa degli imprenditori individuali e delle società di persone è determinato con le regole dettate, in ambito Ires, per le società.
A) tra i ricavi si comprende il valore normale dei beni “destinati al consumo personale o familiare dell'imprenditore o assegnati ai soci o destinati a finalità estranee all'esercizio dell'impresa”.
Si ha un componente positivo di reddito ogni volta che un bene cessa di appartenere all'impresa.
B) le plusvalenze che fruiscono del regime di participation exemption non sono esenti per intero ma limitatamente al 60% del loro ammontare; sono tassate solo nella misura del 40%. Correlativamente, le minusvalenze non sono deducibile per intero ma solo per il 40%. Anche gli utili da partecipazione (dividendi) sono tassati nella misura del 40%.
C) le plusvalenze realizzate con la cessione di aziende possono essere tassate separatamente. Il trasferimento di azienda per causa di morte non costituisce realizzo delle plusvalenze dell'azienda; non si ha dunque tassazione della plusvalenza.
D) non sono ammesse in deduzione i compensi per il lavoro prestato dallo stesso imprenditore e dai suoi familiari.
E) per le imprese individuali si considerano “beni relativi all'impresa”, oltre ai beni-merce e a quelli strumentali per l'esercizio dell'impresa stessa ed ai crediti acquisiti nell'esercizio dell'impresa stessa, i beni appartenenti all'imprenditore che siano indicati tra le attività relative all'impresa nell'inventario tenuto a norma dell'art 2217 del cc.

di Alessandro Remigio
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.