Skip to content

Funzione della nota integrativa

La nota integrativa rappresenta una parte fondamentale ed integrante del bilancio di esercizio, insieme allo Stato Patrimoniale e al Conto Economico. Ha la funzione di illustrare e commentare i dati sintetici riportati nel bilancio d’esercizio e fornisce le informazioni necessarie per una lettura ed interpretazione significativa dei dati quantitativi esposti nelle tavole di sintesi. Ha dunque una funzione esplicativa ed integrativa.
LA DISCREZIONALITÀ DEGLI AMMINISTRATORI
La Nota Integrativa secondo il codice civile è composta da una serie di punti. Nel completare questi punti gli amministratori possono decidere di essere più o meno sintetici. La sinteticità permette di dare minori informazioni all’esterno.
L’azienda può quindi scegliere la qualità e la quantità delle informazioni da dare all’esterno. Più informazioni dà l’azienda, più vuole essere trasparente con i terzi investitori. Le informazioni però vanno sempre calibrate, perché si può rischiare di avere un bilancio incompleto.
La qualità della Nota Integrativa e della Relazione sulla Gestione indicano il grado di trasparenza della comunicazione aziendale.
Chi redige il bilancio in forma abbreviata, ad esempio, può evitare di inserire la Relazione sulla Gestione, ma deve dare maggiori informazioni nella Nota Integrativa.
Le aziende che non hanno grandi dimensioni, che non sono quotate in borsa e che non fanno parte di gruppi, possono redigere il bilancio in forma abbreviata.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

International Accounting -corso progredito

Appunti di International Accounting che approfondiscono quelli relativi al corso base. Più nel dettaglio viene presa in considerazione la descrizione puntuale con numerosi esempi dei capisaldi della materia, in particolare IAS e IFSR.