Skip to content

La provvigione del mediatore

Il diritto del mediatore alla provvigione matura con la conclusione dell'affare (è necessario che sia stato concluso per effetto del suo intervento). L'ammontare della provvigione (dovuta al mediatore da ciascuna delle parti) è determinata, in mancanza di accordo, dalle camere di commercio.
Il mediatore ha l'obbligo di formazione nei confronti delle parti riguardo a circostanze che possono influire sulla conclusione dell'affare.
Il mediatore è responsabile per l'esecuzione del contratto quando tace ad un contraente il nome dell'altro (es. quando vuole impedire che le parti si conoscano, per evitare che le stesse concludano successivi affari senza servirsi della sua opera).
di Alexandra Bozzanca
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.