Skip to content

Costo delle rimanenze

COSTO DI ACQUISTO: - prezzo di acquisto
- dazi d’importazione : sono oneri accessori all’acquisto
- tasse indeducibili
- costi di trasporto
- altri costi direttamente attribuibili all’acquisto
- al netto di sconti commerciali e abbuoni
- sono escluse le differenze di cambio espressione di conversione di fatture denominate in valuta estera : se compro una merce a 100 dollari oggi, per me il costo d’acquisto è il cambio dollaro/euro ad oggi; non va al costo della rimanenza. Stessa cosa se il dollaro perde valore, il costo d’acquisto è sempre 100€.
COSTO DI TRASFORMAZIONE:
- costi direttamente imputabili all’unità di prodotto: materia prima, lavoro diretto;
- attribuzione sistematica, sulla base di ipotesi di capacità produttiva normale di: spese generali fisse di produzione, spese generali variabili di produzione. Attribuzione sistematica significa utilizzare un sistema ragionevole ma che non deve cambiare nel tempo. Se ho una struttura aziendale strutturata per produrre 1000 pezzi all’anno, anche i costi fissi sono strutturati per avere una capacità produttiva di 1000 pezzi, se quest’anno ho un crollo della produzione e utilizzo come base non i 1000 pezzi all’anno, ma i 100, e ad esempio il canone d’affitto lo divido per i 100 pezzi, attribuisco un costo al di fuori del mercato, sospendo troppi costi.
ALTRI COSTI
Nei limiti in cui sono sostenuti per portare le rimanenze nell’attuale sito e condizione (oneri finanziari – IAS 23, anche questi se ho dei tempi necessari di maturazione a determinate condizioni sono capitalizzabili, ma nella normalità non sono considerati costi di trasformazione, che vanno ad incrementare il costo di produzione ai fini della valutazione delle rimanenze)
Sono esclusi e quindi sono costi di periodo:
- costi di produzione per consumi di materiali e lavoro eccedenti la normalità;
- costi di deposito, a meno che invitabili nel processo produttivo. Ad esempio chi produce prosciutti deve includere i costi di deposito.
- spese generali amministrative;
- costi di vendita
Le rimanenze sono valutate al costo, o se minore al valore netto di realizzo.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.