Skip to content

La Sindrome Generale di Adattamento


Seyle: merito di aver  individuato i 3 stadi che caratterizzano la risposta del soggetto a situazioni critiche (stressors):
1. reazione di allarme: tutti i fenomeni che si verificano quando l’agente stressante comincia a far sentire la sua azione sull’organismo; all’inizio la > parte dei fenomeni è nociva, poi compaiono fenomeni di difesa (aumento dell’ormone ACTM)
2. adattamento: durata che varia in relazione al tempo in cui agisce lo stressor e capacità individuale di difesa; periodo in cui l’organismo si adatta a sopportare l’azione svolta dall’agente nocivo
3. esaurimento: l’organismo non può sopportare a lungo questa situazione, soccombe in modo +/- completo con alterazioni permanenti o morte

Le reazioni biologiche allo stress sono governate da  sistemi principali:
-    SN simpatico più parte midollare delle ghiandole surrenali: mette in atto funzioni di vigilanza, attivazione, mobilitazione, sistema che scatta per dare una risposta di attacco/fuga
-    Parte corticale delle ghiandole surrenali che stimolano l’articolazione del SNC attraverso le secrezioni di ormoni corticosteroidi

Infatti le ghiandole periferiche che secernono ormoni non sono autonome, ma dipendono dall’ipofisi (riceve istruzioni dal cervello e da ciò regola le secrezioni delle ghiandole periferiche)
Alcune risposte fisiologiche allo stress: afflusso sangue al cervello, dilatazione pupille, aumento frequenza e intensità battito cardiaco, aumento sudorazione, aumento pressione.
Tratto da STRESS E BURNOUT di Antonella Bastone
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: