Skip to content

Diversi tipi di orientamento nel full costing a base multipla

ORIENTAMENTO AI FATTORI PRODUTTIVI In questo caso gli aggregati intermedi di costo sono rappresentati da classi omogenee di fattori produttivi. Alla base di tale orientamento vi è la constatazione che ogni tipo di fattore produttivo indiretto manifesta specifiche modalità di assorbimento da parte degli oggetti finali di calcolo; ad evidenza si pone la necessità di utilizzare basi di ripartizione differenziate per le diverse classi di risorse.

ORIENTAMENTO FUNZIONALE
Nell’orientamento funzionale gli aggregati intermedi di costo si sostanziano in macro-categorie di costo riferibili alle differenti aree funzionali.
Il principio è che gli oggetti finali di calcolo utilizzano diversamente le risorse indirette localizzate nelle diverse funzioni aziendali.

ORIENTAMENTO AI CENTRI DI COSTO
Per determinare cos’è un centro di costo ci sono due definizioni:
1° DEFINIZIONE - CONTABILE : il centro di costo è l’unità minima di rilevazione cui si fa riferimento per la raccolta e l’aggregazione delle informazioni di costo.
2° DEFINIZIONE - GESTIONALE : il centro di costo è inteso come un’unità organizzativa che ha delle responsabilità economiche e coincide con il centro di responsabilità.
Si possono così ottenere informazioni significative sulle relazioni esistenti tra le risorse consumate e i risultati ottenuti.
Attraverso l’utilizzo dei centri di costo è possibile spiegare la relazione tra le risorse – input – e i prodotti – output –
Si studiano due tipi di rapporti:
ATTRIBUZIONE : i diversi centri di costo manifestano modalità differenti per lo sfruttamento delle risorse. Bisogna quindi valutare contabilmente come inserire le risorse all’interno dei centri di costo.
IMPUTAZIONE : spiega il legame tra l’oggetto di costo e l’oggetto finale di calcolo, indicando come le diverse linee di prodotto fanno lavorare i diversi centri di costo. Bisogna quindi scegliere un criterio.
Un centro di costo è caratterizzato da:
- l’omogeneità delle attività svolte
- la possibilità di attribuzione oggettiva dei costi
- l’indipendenza da altri centri
L’articolazione del sistema di contabilità analitica per centri di costo offre, oltre ad una valorizzazione più attendibile del costo di prodotto, altri interessanti vantaggi:
- una valutazione delle performance ottenute dalle diverse unità organizzative (controllo esecutivo);
- un monitoraggio dei costi indiretti in relazione alle singole fasi del processo produttivo a supporto dell’attività decisionale operativa e strategica.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.