Skip to content

Effetti della spesa pubblica in Italia nel 1900


La spese pubblica e i suoi effetti
Fino alla prima guerra mondiale gli Enti Previdenziali sono pochi e poco funzionali. I più importanti vengono fondati alla vigilia (INAIL – INPS), nel periodo fascista.
Il caso italiano è singolare, non isolato (anche la Germania) ma l'azione dello Stato è più individuabile rispetto agli altri paesi.
Le situazioni italiane e tedesche sono simili, anche nei tempi di unificazione, sviluppo e modello politico.

Quale è il ruolo della spesa pubblica nel Pil? Fino al 1880 la spesa pubblica è il 12-14% del Pil (destra storica, libero mercato, imprenditoria privata).
Con la sinistra storica aumenta al 20% fino al 1890 e fino alla 1° guerra mondiale.
Non dipende dalla destra e sinistra ma dall'industrializzazione (lo Stato spende per l'industrializzazione).
Con la 1° guerra la spesa pubblica aumenta.
In questi anni non c'era il suffragio universale ma il voto maschile dal 1914 mentre prima potevano votare per censo i cittadini non analfabeti (dal 3% al 5% della popolazione) e solo per la Camera. I senatori erano invece di nomina Regia (quindi aristocratici). Il suffragio universale avvenne dal referendum monarchia/repubblica, dopo la 2° guerra mondiale.

La destra era più attenta ai privati ed al liberismo, la sinistra allo Stato ed alle esigenze dei cittadini. Il sistema previdenziale ha posto le sue basi sotto la sinistra storica.
Tratto da STORIA ECONOMICA CONTEMPORANEA di Barbara Pavoni
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Geografia dell’economia mondiale

Appunti sul testo “Geografia dell’economia mondiale”, autore: Conti S. e altri, anno accademio 2010-2011, materia: territorio, impresa e sviluppo.