Skip to content

Definizione di flusso di cassa

Nella determinazione dei flussi di cassa del periodo esplicito vanno considerati: - gli investimenti in capitale circolante;
- gli investimenti in capitale fisso.
Tali investimenti devono avere le seguenti caratteristiche:
- rientrare nella crescita fisiologica dell’azienda;
- non rappresentare una discontinuità rispetto all’assetto produttivo/organizzativo (condizioni operative correnti degli assets).
Alcune problematiche inerenti la determinazione dei flussi di cassa correlati ad una determinata CGU. In particolare:
- costi generali e di struttura: lo IAS 36 stabilisce che occorre considerare tra i flussi di cassa in uscita anche la quota di parte dei costi generali e di struttura che possono essere direttamente attribuiti alle CGU;
- operazioni tra diverse CGU: i prezzi di trasferimento devono rispecchiare i prezzi di mercato per servizi equivalenti;
- imposte: le imposte specifiche sull’EBIT sono calcolate anche in presenza di perdite fiscali dei passati esercizi compensabili con gli utili. Le perdite fiscali formano l’oggetto di una valutazione specifica in funzione:
1. della qualità delle perdite riportabili (limitatamente/illimitatamente);
2. della capacità di assorbimento delle stesse da parte dei margini reddituali lungo il periodo di previsione esplicita e oltre.
- Goodwill fiscalmente ammortizzabili: i Goodwill ammortizzabili oltre l’arco di piano esplicito non possono essere inclusi nel flusso terminale e di conseguenza vengono calcolati a parte i relativi tax shield da sommarsi all’entreprise value. Tali flussi vengono attualizzati al WACC in quanto scontano il rischio proprio dell’impresa che beneficia della deducibilità fiscale.
Nel momento in cui vi sia un commitment da parte del managament della CGU, occorre includere nel piano aziendale i flussi di cassa relativi:
- agli investimenti che possono aumentare la redditività standard dell’impresa;
- le operazioni di ristrutturazione.
Per valutare quando un’impresa può dirsi impegnata in una ristrutturazione e/o piano di espanzione gli IAS fanno riferimento:
- al momento in cui l’impresa comincia a sostenre i costi legati alla ristrutturazione;
- al momento in cui prende avvio ilpiano degli investimenti che porterà un beneficio a livello di margini reddituali dell’impresa.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.