Skip to content

L'IVA: un'imposta europea

L’IVA dunque, nasce come un’imposta europea e la sua struttura è delineata, essenzialmente, da direttive comunitarie.
Poste le significative modificazioni apportate al sistema comune dell’IVA per effetto delle molteplici direttive succedutesi nel tempo, il legislatore comunitario ha avvertito la necessità di riorganizzare l’intera materia e, a tal fine, ha emanato la direttiva 2006/112/CE.
Tale direttiva costituisce oggi il testo di riferimento comunitario del tributo sul valore aggiunto.
All’art. 1 riassume i tratti caratteristici del “sistema comune dell’IVA”, consistente “nell’applicazione ai beni ed ai servizi di un’imposta generale sui consumi esattamente proporzionale al prezzo dei beni e dei servizi, qualunque sia il numero delle operazioni intervenute nel processo di produzione e di distribuzione antecedente alla fase di imposizione”.
Nel nostro ordinamento l’IVA è disciplinata, principalmente, dal d.p.r. 633/72, nondimeno la matrice europea del tributo rende assai rilevanti le fonti di produzione comunitarie.
Queste ultime si caratterizza per il particolare grado di determinatezza ed analiticità dei precetti di ivi recati, talché esse non costituiscono semplicemente un vincolo per il legislatore interno per quanto riguarda il risultato da raggiungere, ma integrano gli estremi di direttive self-executing immediatamente applicabili.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.