Skip to content

Definizione di liquidità

Si può definire in due modi:
- LIQUIDITÀ LORDA : consistenza di denaro in cassa, depositi presso aziende di credito e depositi postali. Si trova nelle attività a breve.
- LIQUIDITÀ NETTA = LIQUIDITÀ LORDA – LIQUIDITÀ NEGATIVA
LIQUIDITÀ NEGATIVA : sono gli scoperti di conto corrente e si possono leggere dentro il passivo a breve.
Generalmente si utilizza la liquidità netta.
Mediante la redazione del RF dei flussi di liquidità la cosa che si modifica rispetto al precedente è la tipologia dei flussi che da finanziari diventano monetari.
I RF redatti in termini di liquidità hanno come obbiettivo un più corretto controllo della gestione di tesoreria e quello di ottenere le informazioni rilevanti per la redazione del budget di cassa.
RENDICONTO FINANZIARIO DELLE VARIAZIONI DI CCN

E’ quel prospetto che:
* Esprime i movimenti in entrata e in uscita relativi al capitale circolante netto in un dato orizzonte temporale, indicando la variazione complessiva del CCN.
* Esprime le determinazioni di variazione del capitale circolante netto, indicando:
-    le cause analitiche della variazione complessiva del CCN
-    L’aggregazione dei flussi che concorrono a formare il CCN per gestione parziale: gestione caratteristica corrente (riguarda il flusso generato da atti di acquisto e vendita. Questo flusso se è positivo rappresenta una fonte di risorsa, se negativo un impiego di risorse), gestione caratteristica non corrente (investimenti, disinvestimenti), gestione complementare e accessoria, gestione finanziaria, gestione tributaria.
ESEMPIO DI RENDICONTO FINANZIARIO DELLE VARIAZIONI DI CCN

Il totale degli impieghi e il totale delle fonti indicano il flusso finale che è l’importo da spiegare.
Si potrebbe avere anche un prospetto scalare.
RENDICONTO FINANZIARIO DEI FLUSSI DI LIQUIDITÀ
E’ quel prospetto che:
* Esprime i movimenti in entrata e in uscita relativi alla liquidità (lorda o netta) in un dato orizzonte temporale, indicando la variazione complessiva della liquidità (lorda o netta).
* Esprime le determinazioni di variazione della liquidità (lorda o netta), indicando:
-    le cause analitiche della variazione complessiva della liquidità (lorda o netta)
-    Aggregazione dei flussi che concorrono a formare la liquidità (lorda o netta) per gestione parziale (gestione caratteristica corrente, gestione caratteristica non corrente, gestione complementare e accessoria, gestione finanziaria, gestione tributaria)
ESEMPIO DI RENDICONTO FINANZIARIO DEI FLUSSI DI LIQUIDITÀ

E’ uguale al precedente tranne per la prima e per l’ultima riga, dove si parla di variazione di liquidità.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

International Accounting -corso progredito

Appunti di International Accounting che approfondiscono quelli relativi al corso base. Più nel dettaglio viene presa in considerazione la descrizione puntuale con numerosi esempi dei capisaldi della materia, in particolare IAS e IFSR.