Skip to content

I controlli interni nella cooperativa

Indipendentemente dalla circostanza che alla cooperativa si applichino le norme della s.p.a. o della s.r.l., la nomina del collegio sindacale è obbligatoria solo:
se il capitale sociale non è inferiore a quello minimo stabilito per le s.p.a.;
quando la società abbia emesso strumenti finanziari non partecipativi (è dubbio se si intenda strumenti finanziari privi di diritti amministrativi ovvero alluda alla non partecipazione al rischio d’impresa).
Per la nomina dei sindaci lo statuto può prevedere deroghe al voto capitario per i soci cooperatori e che ai possessori degli strumenti finanziari dotati di diritti di amministrazione sia attribuita la nomina di non più di ⅓ dei componenti dell’organo di controllo.
Oltre al controllo sindacale, nelle cooperative, in virtù dei principi “democratici” che la ispirano, è sviluppato il controllo dei soci.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.