Skip to content

La Turchia in Europa

Se la Turchia entrasse nell’UE, sarebbe:
- il primo Paese membro interamente a popolazione musulmana;
- il 2° Stato più grande dopo la Germania → creerebbe problemi a livello di suddivisione dei seggi, valore dei voti, ecc…
→ si uniscono due problemi:
- è uno Stato molto grande;
- la sua popolazione è in forte crescita (non ha problemi di natalità).

DATE:
La Turchia ha presentato la domanda di adesione nel 1987, ha ricevuto lo status di candidato nel 1997, i negoziati sono iniziati nel 2005, per interrompersi l’anno successivo → tempi molto più lunghi e procedure molto più complesse rispetto agli altri Stati interessati.

2000: la Commissione constata come, dal punto di vista monetario, ci siano stati troppi pochi sviluppi per sostenere l’economia turca → dubbi sulla “forza” dell’economia turca.
2001-2003: non cambia lo status quo: non ci sono “rivoluzioni” sul finanziamento del settore pubblico, la Banca Centrale turca non compie passi significativi, e fino al 2005 non viene fatto nessuno sforzo per avvicinarsi alla politica monetaria europea (neanche per conoscerla, per potervi in seguito aderire).

2006: la legislazione nazionale turca vieta il finanziamento del settore pubblico e l’accesso a istituzioni finanziarie che non facciano riferimento all’ aquis comunitario.
2007: la Commissione riscontra che la Banca Centrale turca non ha ancora adottato misure per la propria autonomia.
2008-2010: anni di crisi per l’economia turca.
di Luca Porcella

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.