Skip to content

La circolazione dell’azienda: principi generali e forma (art. 2556 c.c.)

Il nucleo centrale delle norme in tema di circolazione dell’azienda attiene alla sua vendita.
Preliminarmente va ricordato che fondamento della disciplina dell’azienda è lo scopo di non disperdere il valore dell’organizzazione dei fattori della produzione in caso di circolazione.
Ciò consente anche di identificare la nozione di ramo d’azienda in quel complesso di beni che, pur facendo parte di un insieme omogeneo più vasto, è idoneo a dar luogo a un’azienda oggettivamente autonoma sotto il profilo operativo.
I contratti che abbiano per oggetto il trasferimento della proprietà o del godimento dell’azienda sono anzitutto soggetti a una regola di forma: l’art. 25562 c.c. prevede che tali contratti debbano essere stipulati in forma pubblica o per scrittura privata autenticata e iscritti, a cura del notaio rogante o autenticante, nel registro delle imprese.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.