Skip to content

Immobilizzazioni Immateriali


I costi per attività mineraria di 538 milioni di euro riguardano essenzialmente i bonus di firma corrisposti per l'acquisizione di titoli minerari esplorativi che sono ammortizzati linearmente lungo la durata del periodo esplorativo accordato dall'Ente concedente, ovvero svalutati integralmente in caso di rilascio o cessazione.
La voce accoglie anche i costi di ricerca mineraria ammortizzati interamente nell'esercizio di sostenimento che ammontano a 1.009 milioni di euro (1.271 milioni di euro nell'esercizio 2009).
Le concessioni, licenze, marchi e diritti simili di 575 milioni di euro riguardano principalmente i diritti di trasporto del gas naturale di importazione dall'Algeria (406 milioni
di euro) e le concessioni di sfruttamento minerario (121 milioni di euro).
Gli accordi per servizi in concessione di 3.562 milioni di euro riguardano principalmente l'attività di distribuzione del gas in Italia (3.340 e 3.492 milioni di euro, rispettivamente al 31 dicembre 2009 e al 31 dicembre 2010).
Le altre attività immateriali a vita utile definita di 1.514 milioni di euro riguardano principalmente: (i) la customer relationship e i contratti attivi in essere (order backlog) per complessivi 1.140 milioni di euro (1.244 milioni di euro al 31 dicembre 2009) rilevati a seguito dell'acquisizione di Distrigas NV.
Tali asset sono oggetto di ammortamento rispettivamente sulla base della durata del contratto pluriennale di approvvigionamento avente vita più lunga (19 anni) e della durata residua dei contratti di vendita in essere (4 anni); (ii) l'opzione di sviluppo di un sito di stoccaggio per la modulazione commerciale del gas nel Mare del Nord britannico rilevato a seguito dell'acquisizione del controllo della Eni Hewett Ltd per 241 milioni di euro (234 milioni di euro al 31 dicembre 2009), il cui test di valutazione ha confermato la tenuta del valore di libro; (iii) i diritti relativi all'utilizzo di licenze da parte della Polimeri Europa SpA per 64 milioni di euro (68 milioni di euro al 31 dicembre 2009); (iv) la stima degli oneri per social project da sostenere a fronte degli impegni assunti da Eni SpA con la Regione Basilicata a seguito del programma di sviluppo petrolifero nell'area della Val d'Agri connesso ai diritti minerari in concessione per 35 milioni di euro (38 milioni di euro al 31 dicembre 2009).


di Gennaro Civero
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.