Skip to content

Tassi di incidenza in epidemiologia

Tasso di incidenza: indica un cambiamento di stato all’interno di una popolazione a rischio, permette di quantificare il numero di casi all’interno di una popolazione a rischio in un determinato intervallo di tempo; fornisce una stima della probabilità o rischio che un individuo sviluppi una malattia durante uno specifico periodo di tempo. Si dice anche incidenza cumulativa (rapporto tra numero dei nuovi eventi che occorrono nel periodo di osservazione e numero di soggetti liberi dall’evento dall’inizio dell’osservazione)

I = numero nuovi casi/numero soggetti a rischio x 10 n

È necessario che la popolazione a rischio sia seguita durante tutto il periodo necessario a sviluppare l’evento (per es. individui che si perdono nel periodo di follw-up); quando la popolazione è dinamica tener conto del tempo durante cui ogni singola persona è stata a rischio. In una popolazione dinamica si può calcolare l’impatto dell’esposizione con la densità di incidenza:

Num nuovi casi/ Totale del tempo-persona a rischio x 10 n
di Antonella Bastone
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.