Skip to content

Definizione di unificazione contabile

Processo volto a rendere confrontabile i bilanci di aziende differenti dalla stessa azienda nel tempo. La legge in certi paesi, tra cui l’Italia, impone uno schema di bilancio.
Nel passato la legge non dava uno schema da seguire, e ogni azienda pubblicava il bilancio, in particolare il conto economico come volevano, in modo da tenere nascosti certi dati competitivi.
Con la legge 216/1974 la legge prevede che il conto economico debba seguire lo schema a costi, ricavi e rimanenze.
Nel 1991 è entrata in vigore la IV direttiva CE, dove i singoli paesi sullo schema della direttiva CE hanno impostato il bilancio tipo: un conto economico che evidenzia i consumi.
Il lettore del bilancio può piegare questo schema in base alle sue esigenze, questa è la RICLASSIFICAZIONE.
Quindi un’azienda deve seguire due processi:
UNIFICAZIONE CONTABILE : rende omogenei i bilanci delle varie società e può essere:
- VOLONTARIA : tipico dei paesi anglosassoni. La legge non interviene sui programmi, vengono però pubblicati da organismi contabili delle indicazioni di come ci si deve comportare in presenza di certe situazioni contabili. Sono strumenti volontari.
- OBBLIGATORIA : tipica dei paesi continentali. La legge prevede documenti contabili standard che riguardano:
* PIANO DEI CONTI : solo per alcuni paesi, come Francia e Spagna, in Italia non si fa. Il piano dei conti è l’insieme di tutti i conti della contabilità generale. La legge impone che tipo di conti bisogna aprire, e che numero apportare.
* BILANCIO : schema obbligatorio
* CRITERI DI VALUTAZIONE : la legge può indicare il processo di valutazione dei beni, legato a stime e congetture. In Italia il codice civile indica dei principi generali, lascia libertà ai gestori dell’azienda.
In Italia abbiamo sia elementi volontari che elementi obbligatori.
Per certi settori esistono disposizioni specifiche: la banca da indicazioni sul contenuto del bilancio bancario, l’assicurazione su quello assicurativo, ecc…
Con il conto economico scalare, oltre a vedere l’utile netto, vedo i risultati parziali.
Il Conto Economico previsto dal codice civile è scalare, evidenzia quindi i consumi e le variazioni delle rimanenze.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.