Skip to content

Distinzione tra il consorzio ad attività interna e la società

Esiste una netta diversità fra il consorzio ad attività interna e la società (nel primo caso manca del tutto l'esercizio in comune di un'attività economica). La distinzione è più sottile nel caso in cui il consorzio svolge anche attività con i terzi: questi condividono con le società il carattere imprenditoriale dell'attività esercitata e il fine di realizzare un interesse economico dei partecipanti (scopo egoistico). Funzione di un consorzio con attività esterna non è quello di ricavare un utile dall'attività di consorzio con i terzi (scopo perseguito dalla società), ma quello di conseguire un vantaggio patrimoniale sotto forma di minori costi sopportati o di maggiori ricavi conseguiti nella gestione delle proprie imprese (una società per azioni acquista e rivende merci sul mercato e divide il guadagno fra i soci; un consorzio acquista merci che servono alle imprese consorziate per rivenderle ai consorziati stessi ad un prezzo calcolato in  modo da coprire i costi di gestione). Lo scopo mutualistico delle cooperative è, per certi versi, affine allo scopo consortile.
Con la modifica della disciplina dei consorzi del 1976 è stato consentito alle società di perseguire gli obiettivi propri del contratto di consorzio, costituendo una società consortile. Gli imprenditori che danno vita a questo tipo di società possono inserire nell'atto costitutivo specifiche pattuizioni volte ad adattare la struttura societaria prescelta alla finalità consortile perseguita (ad es. esclusione della ripartizione degli utili fra i soci, previsione di particolari condizioni per l'ammissione di nuovi soci, specifiche cause di recesso o di esclusione).

di Alexandra Bozzanca
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.