Skip to content

Modificazioni introdotte dalla riforma


La legge 80 del 2005 ha profondamente modificato la disciplina dell’azione di revocatoria fallimentare, rimediando al malcontento creato dalla precedente disciplina. Utilizzo improprio dell’istituto e il mancato rispetto delle regole processuali avevano trasformato il sistema probatorio in una sorta di meccanismo sanzionatorio. La riforma, però, ha investito solo la revocatoria degli atti a titolo oneroso, dei pagamenti e delle garanzie. Con riferimento all’art. 67 co. 1 (atti anormali) le modificazioni introdotte riguardano: la riduzione a metà del periodo sospetto; la quantificazione della sproporzione tra prestazioni con l’introduzione della misura di “oltre un quarto” rispetto alla precedente “sproporzione notevole”. Ma la modificazione più notevole è stata l’introduzione di un nuovo comma (co. 3) che riguarda la previsione di ben sette nuove ipotesi di esenzione dell’azione di revocatoria fallimentare
Tratto da DIRITTO FALLIMENTARE di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.