Skip to content

Contratti di impresa e vicende dell’imprenditore


Una “classica” particolarità della disciplina codicistica dei contratti di impresa riguarda una serie di norme che, in deroga al diritto comune, ne assicurano l’insensibilità alle vicende personali dell’imprenditore.
Sono espressione di questo principio:
- le regole sul mantenimento dell’efficacia della proposta o dell’accettazione del contratto anche in caso di morte o incapacità dell’imprenditore;
- la regola in tema di non estinzione del mandato in caso di morte o incapacità del mandante o del mandatario;
- le già commentate norme sulla successione automatica dei contratti in casi di trasferimenti di azienda.
Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Stefano Civitelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.