Skip to content

Provvedimento annullabile e provvedimento irregolare


Nell’ambito delle prescrizioni la cui violazione non determina la nullità, occorre distinguere tra norme da osservare a pena di annullabilità e norme la cui violazione determina una semplice irregolarità.
Non sempre il legislatore è stato chiaro e ha reso esplicita la conseguenza di un vizio. Ad esempio gli avvisi di accertamento devono essere notificati entro un termine di decadenza. Tuttavia non è espressamente indicato che l’atto notificato in ritardo è annullabile.
Nei casi in cui il legislatore non indica le conseguenze di un vizio, è compiuto dell’interprete stabilire la gravità del vizio ed il suo valore invalidante. Un criterio-guida utilizzato nella valutazione di un vizio considera invalidante la violazione di norme procedimentali, dettate a garanzia del contribuente.
I vizi che non determinano né la nullità né l’annullabilità del provvedimento amministrativo sono definiti di vizi di irregolarità.
L’art. 21 octies prevede che non è annullabile il provvedimento adottato in violazione di norme sul procedimento o sulla forma degli atti qualora sia palese che il suo contenuto dispositivo non avrebbe potuto essere diverso da quello adottato.
Tratto da DIRITTO TRIBUTARIO di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro