Skip to content

News Lavoro  Cercare lavoro 

Verbi di successo e numeri: ecco le parole da usare per far notare il tuo CV

17 ottobre 2019

Verbi di successo e numeri: ecco le parole da usare per far notare il tuo CV

Esperienze lavorative
Impresa Costruzioni | 2018-settembre 2019
Assunto come manager di gestione con la mansione di controller per aiutare il personale ad indirizzare il proprio comportamento verso il conseguimento degli obiettivi aziendali.

Ti sei annoiato anche tu a leggere queste due righe?

Prova ad immaginare un selezionatore che legge un pacchetto di CV al giorno!
Non c’è nulla di formalmente sbagliato in questa descrizione, se non che non trasmette alcuna energia e non è chiaro quali benefici l'assunzione del candidato porterà all'azienda.
Sono stati raggiunti i citati obiettivi? È migliorato qualcosa?
È questo che un futuro datore di lavoro vuole sapere.

Per questo devi utilizzare il più possibile nel tuo curriculum dei verbi di successo, quelli che dimostrano che tu eri lì e qualcosa è migliorato.
Ad esempio: migliorare, diminuire, ridurre, aumentare.
Sono tutti verbi di successo che ti pongono sotto una luce quasi eroica se contrapposti ai noiosi e statici: “Ho gestito” – “Tra le mie responsabilità vi erano” – “Assunto per il ruolo di” e simili.

In particolare l’ultimo - “Assunto per il ruolo di” - scatena l’ira di Marc Cenedella, fondatore e CEO di Ladders, uno dei più importanti siti americani di ricerca del lavoro.
A proposito dell’uso di questo termine nel CV non risparmia una poco velata ironia:
“Guarda, viviamo negli Stati Uniti d'America nel 21° secolo. Certamente che sei stato assunto per quel ruolo! Non penserei mai che l'hai ereditato da tuo padre, il Duca di Sales. Non siamo mica in Game of Thrones, lo sappiamo entrambi. Allora perché stai sprecando spazio prezioso del tuo curriculum per dire qualcosa che chi ti legge già sa basandosi sulla tua mansione?" (Marc Cenedella, Ladders 2019 Resume Guide: Best Practices & Advice from the Leaders in $100K - $500K jobs)

Quindi, come utilizzare i verbi di successo?

1- Prima di tutto ecco un elenco nutrito di quei verbi che devi inserire nel tuo CV, come consigliato da Cendella:
accelerare - raggiungere - aggiungere - aggiudicare - contribuire - diminuire - fornire - eliminare - espandere - vincere - crescere - generare - migliorare - aumentare - introdurre - massimizzare - minimizzare - ottimizzare - orchestrare - produrre - ridurre - salvare - vendere - superare - semplificare – razionalizzare

2- Ovviamente inserire un verbo di successo non è sufficiente, devi avere anche una serie di numeri che lo accompagnano.
Quantificare le tue esperienze di successo nel tuo precedente impiego è la carta giusta per puntare ad essere richiamato per un colloquio.
Il selezionatore infatti avrà davvero le idee chiare su cosa hai fatto e il titolare sognerà di replicare i tuoi passati successi nella sua azienda, ovviamente scegliendo te.
Chiediti perciò cosa hai migliorato con la tua presenza nei precedenti impieghi: profitti, costi, vendite, sprechi, prodotti, processi, rischi, strategie.
Il tuo lavoro ha portato innovazione, più organizzazione, migliori strategie? Interessante.
Ma per il tuo futuro capo queste qualità sono importanti se non restano volatili, ma si traducono in un miglioramento quantificabile per l’azienda.

Il bello è che, se ci rifletti attentamente, qualsiasi lavoro tu abbia svolto può essere espresso in numeri.
Utilizza formule come:
- aumentato X del %
- diminuito X del %
- migliorato X per un ritorno di €
- introdotto X che ha portato a più o meno Y
- minimizzato/massimizzato X introducendo Y
- aggiunto con successo X a Y
- gestito X contribuendo ad un aumento del % di entrate

Ecco alcuni esempi:
Avvocato - "Razionalizzato la collaborazione tra colleghi con un aumento del 10% della media mensile delle cause gestite"
Editor freelance alle prime armi - "Ridotto del 10% i tempi di pubblicazione ottimizzando i processi di revisione"
Ingegnere - "Eliminato il 12% dei componenti del prodotto mantenendo la qualità"
Customer Care - "Ridotto del 10% il numero di resi dei clienti"
Gelataio - "Raggiunto il sold out di nuovi gusti in -50% del tempo del precedente lancio introducendo una nuova tecnica di vendita"

Per concluderla con la frase preferita da Marc Cendella: "Non ho mai visto un curriculum che contenesse troppi numeri".

Altre notizie