La tutela della salute nell'Unione Europea: assistenza sanitaria e spese mediche

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Angelo Rizzo Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5348 click dal 22/10/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

La Comunità europea, nata il 18 aprile 1951, e successivamente ampliata nel 1957. oggi ha superato la fase cosiddetta funzionale e si appresta a divenire una comunità più ampia e più profonda.
E' stata una graduale crescita che ha visto succedere alla fase di cooperazione economica la realizzazione di una cooperazione in vari settori, tra cui quello della politica sociale comprendente la tutela della salute.
E' in quest'ottica che va inquadrato il problema delle politiche comunitarie a tutela della salute, proprio nel concetto di «comunità più ampia e più profonda» che, appunto, non limita il suo intervento su di un piano strettamente economico e politico ma prevede azioni in tutti quei principali settori, tra cui la sanità, dove normalmente le norme sono dettate dallo Stato nazionale. In questo contesto verifichiamo cosa la Comunità ha fatto ed intende fare per l'assistenza sanitaria e il rimborso delle spese mediche sostenute in altro Stato.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - Capitolo Primo La politica della salute dell'UE. §.1 - Premessa. La Comunità europea vede la sua nascita come unione economica a Parigi il 18 aprile 1951 1 , e successivamente si amplia a Roma il 25 marzo 1957 2 ed oggi ha superato quella fase cosiddetta funzionale cioè la fase in cui la «progettata messa in comune della produzione del carbone e dell'acciaio avrebbe rapidamente determinato la fusione di interessi indispensabile per costruire una comunità economica e introdotto il fermento di una comunità più ampia e più profonda» 3 ciò avrebbe indotto gli Stati membri a proseguire la cooperazione in altri campi, e a sua volta l'allargamento della cooperazione avrebbe determinato l'esigenza di compiere ulteriori passi nella stessa direzione» 4 . E' stata una graduale crescita che ha visto succedere alla fase di cooperazione economica la realizzazione di una cooperazione in vari settori, tra cui quello della politica sociale comprendente la tutela della salute. E' in quest'ottica …………. 1 Il trattato che istituisce la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (C.E.C.A.) firmato tra Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Belgio, è entrato in vigore il 25 luglio 1952, in Pocar F., Diritto delle comunità europee, 7 a edizione, Milano (Giuffrè), 2002. 2 Il trattato che istituisce la Comunità economica europea (CEE) ed il trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica (Euratom), sono entrati in vigore il 1° gennaio 1958 - Pocar F., ibidem, p. 23. 3 R. Schuman, intervento su la «Proposta di costruzione del primo nucleo comunitario» Parigi 9 maggio 1950, - Pocar F., ibidem, p. 14. 4 Gaia G., Introduzione al diritto comunitario, Bari (Laterza), seconda edizione 2003, p. 3.