Tesi scelte dalla redazione relative a "teatro".

La vida es sueño y el gran teatro del mundo. El teatro español del Siglo de Oro
Chiara Traini

Con il presente lavoro ci prefggiamo l'obiettivo di leggere le opere di Calderón - La Vida es Sueño e El Gran Teatro del Mundo - con gli occhi di uno spettatore spagnolo del XVII sec. Attraverso l'analisi di queste con gli strumenti propri del Romanticismo - che peraltro sono adottati da pochissimi critici - ed una ricostruzione sostanziale del teatro dell'epoca e della funzione essenziale assegnatagli dalla monarchia a tutela del regime assolutista. Concluderemo con un parallelo con il Calderón...

Autore: Chiara Traini
Vai alla pagina della tesi »
La Scrittura Collettiva nei Laboratori di Scrittura e Teatro

Questo lavoro si articola attorno ad una riflessione sulla scrittura collettiva, pratica di recente formazione, che negli anni ‘70 del Novecento diviene modalità largamente utilizzata nell’ambiente teatrale. È scrittura collettiva - per esempio - quella che nella VIII circoscrizione di Roma, nel Quartiere di Castelverde, la cooperativa Giocosfera accompagnava proprio in quegli anni. Un progetto che è stato condiviso, comunicato con mezzi espressivi diversi, e nello specifico, un video, due dramm...

Vai alla pagina della tesi »
Paul K. Feyerabend: un teatro di ricerca, democrazia e umanitarismo

Il filosofo della scienza viennese, fattosi largo nel Ventesimo Secolo sollevando scalpore, dovette pagare questo successo quasi a costo della sua stessa identità, quantomeno agli occhi dei più: anarchico1, relativista, nichilista, irrazionalista, eretico, iconoclasta, provocatore, saltimbanco, «tanto che alla soglia dei 70 anni si portava ancora appresso con disinvoltura l’appellativo di enfant terrible del pensiero contemporaneo» (Cfr. AA, p. VII). Qual è il senso del celeberrimo “anything goe...

Vai alla pagina della tesi »
Teatri sicelioti di periodo ellenistico: Il teatro di Eraclea Minoa

La problematica relativa agli edifici teatrali sicelioti di periodo ellenistico, che contrappone il teatro Grande di Siracusa (238-215 a.C.) 314 ad un altro supposto edificio della Sicilia occidentale quali modelli architettonici per i teatri “minori” dell’Isola, comporta una diversa collocazione cronologica di quest’ultimi. A seconda del modello di riferimento accettato, infatti, gli studiosi collocano lo sviluppo delle costruzioni teatrali siceliote dall’ultimo trentennio del III sec. a.C. in ...

Vai alla pagina della tesi »
Il teatro di narrazione. Il recupero della memoria in un racconto collettivo

La mia tesi si occupa del teatro di narrazione, un genere teatrale recente e tipicamente italiano che ho analizzato da un punto di vista storico e sociologico. Dopo aver ripercorso il ruolo della narrazione dall'antico teatro greco fino al Novecento di Brecht, Grotowski e Fo, ho identificato le caratteristiche formali e di contenuto del teatro di narrazione e studiato i suoi principali esponenti. Ho dedicato, infine, l'ultimo capitolo all'approfondimento del capolavoro di teatro civile "Il racco...

Autore: Chiara Vitali
Vai alla pagina della tesi »
Il teatro di Carlo Quartucci, 1959-1967: un percorso attraverso l'Aspettando Godot di Beckett

Carlo Quartucci, insieme a Carmelo Bene e Claudio Remondi, e' uno dei pionieri del nuovo teatro italiano. Tutti e tre debuttano nel 1959, un anno-chiave non solo a livello nazionale ma bensì internazionale. Carlo Quartucci contesta i metodi e le finalità del teatro ufficiale, che secondo lui, non hanno più validità. La sua carriera è segnata dall'incontro con Samuel Beckett, il rappresentante più importante della categoria del 'teatro dell'assurdo'. Quartucci esordisce proprio con la messinsce...

Vai alla pagina della tesi »
Verso un teatro arabo moderno. Il contributo di Tawfiq al-Hakim e Sa'd Allah Wannus

Il mio lavoro è la traduzione di parte del testo dell’autore siriano Sa’d Allah Wannus “al-Malik huwa al-Malik". Nel primo capitolo ho iniziato col fornire un quadro completo e sintetico della nascita del teatro occidentale da cui poi hanno tratto spunto nel corso dei secoli le diverse forme di arte drammatica araba pre-moderna, fino ad arrivare al 1798, anno in cui vi è la nascita di una concezione moderna di teatro. Mi sono soffermata inoltre sulle tendenze teatrali fino ai nostri giorni in Eg...

Vai alla pagina della tesi »
''Copenhagen''di Michael Frayn: scienza, storiografia e linguaggi settoriali a teatro

La tesi si occupa dell'indagine sul settore, poco trattato a livello teorico, della traduzione teatrale. Si tracciano i principi teorici che disciplinano tale attività con una comparazione pratica del testo inglese di Michael Frayn "Copenhagen", la traduzione italiana edita da Sironi Editore e il copione teatrale dello spettacolo portato in scena in Italia dal regista Mauro Avogadro. Il testo e lo spettacolo, data la complessità tematica e linguistica - i riferimenti scientifici, l'importante la...

Autore: Eleonora Fois
Vai alla pagina della tesi »
Teatro e interculturalismo. Viaggio nel teatro di Peter Sellars

La stesura di questa tesi è nata da un’esperienza di studio relativa ai diversi significati che può assumere il teatro, in quanto sono alla continua ricerca di una visione che oltrepassa l’estetica teatrale. Così l’idea di riformare il teatro, già a partire dagli anni Cinquanta, ha posto la mia attenzione sul lavoro del regista Peter Sellars che anche al di fuori dell’edificio teatrale, è riuscito a stravolgere il teatro mettendo in relazione i diversi linguaggi artistici e culturali senza trala...

Vai alla pagina della tesi »
Il nazionalsocialismo nel teatro del tardo Brecht

Costretto a fuggire precipitosamente dalla Germania nei primi mesi del 1933 e a vagare, privo di ogni bene, per paesi e città stranieri, a Brecht non rimane che un’unica ricchezza, un cumulo tutto personale di esperienze e di teorie la cui attendibilità aspetta d’esser messa alla prova. È un terribile hic Rhodus hic salta per il drammaturgo tedesco, divenuto l’uomo di punta della cultura tedesca di sinistra, il quale deve ora dimostrare la validità delle sue teorie dinanzi alla catastrofe che si...

Autore: Elisa Calgaro
Vai alla pagina della tesi »
L'educazione al femminile nel Teatro di Carlo Goldoni

Grande osservatore della realtà, Carlo Goldoni ha dedicato la sua vita allo studio dei rapporti umani e sociali, con il loro continuo annodarsi e sciogliersi, nella fitta trama che, commedia dopo commedia, hanno costituito la grande varietà della sua produzione. Ho potuto approfondire la conoscenza di un grande commediografo italiano, che a metà del 1700, in un’epoca di passaggio tra il “mondo antico” e quello “moderno”, è riuscito ad imporsi sulla scena europea, apportando una notevole riforma ...

Vai alla pagina della tesi »
Le lacrime amare di Petra von Kant tra cinema e teatro
Ornella Castiglione

Questa tesi nasce dal mio interesse a lavorare su un testo ‘vivo’ in quanto presente sulle scene durante la ricerca dei materiali e la successiva stesura, e le cui fonti potessero provenire, in parte, da autori o professionisti del mondo dello spettacolo. Importante mi è parso poi scegliere un’opera che permettesse un approccio interdisciplinare nella sua analisi, poiché ho ritenuto che il collegamento fra più materie come la letteratura, il cinema e il teatro nonché l’organizzazione dello spett...

Vai alla pagina della tesi »
Il teatro di Julien Green

Julien Green è ricordato oggi soprattutto per i suoi romanzi e per la copiosa produzione autobiografica; tuttavia una parte importante del lavoro dello scrittore francese è dedicata al teatro. Green è infatti autore di sette pièces, di cui due pubblicate postume. Pochi studiosi si sono occupati di uno studio organico della sua produzione teatrale, in particolare per quanto riguarda le due opere pubblicate dopo la morte dell’autore. Ad una prima lettura le pièces greeniane sembrerebbero riconduc...

Autore: Enrico Guerini
Vai alla pagina della tesi »
Teatro, Musica e sport: quale connessione?

Ma perché fare Musical, un’attività che ancora oggi viene trattata con sufficienza, considerata a volte dispersiva e poco fruttuosa? Molti sono i buoni motivi per fare musical, fra i quali si annoverano: una migliorata comunicazione, perché impegna i più svariati linguaggi (verbale, mimico-gestuale, musicale, pittorico); il musical, facendo leva sulla modulazione della voce, consente di approfondire e di migliorare le potenzialità espressive e vocali, inoltre, per potersi pienamente realizzar...

Vai alla pagina della tesi »
Musica e spiritualità nel teatro giovanile di Federico Garcia Lorca

Dal grembo della cultura andalusa, dalla fusione di elementi arabi e gitani, dal grido delle più semplici passioni umane espresse in una forte compenetrazione di sogno e realtà nascono i versi del più popolare scrittore di lingua spagnola:Federico Garcia Lorca ( Fuentevaqueros, Granada 1898 - Viznar, Granada 1936). Tra i principali rappresentanti del teatro moderno e della poesia, Lorca incentra la sua produzione sui temi del destino e della morte e nei lavori teatrali, oltre a far propria l'er...

Vai alla pagina della tesi »
Swellfoot the Tyrant di Percy Bysshe Shelley: satira, politica e censura nel teatro georgiano

Con il presente lavoro ho voluto indagare il teatro georgiano partendo da una constatazione paradossale: l’innegabile sviluppo delle tecniche di rappresentazione, le ibridazioni fantasiose di generi e l’aumento del numero degli spettatori non sono fenomeni che hanno avuto luogo nonostante la censura operata dal governo, ma in virtù di questa. Imparare a “dire” senza “parlare” è stata la sfida costante che impresari teatrali, autori e attori hanno saputo raccogliere con le tecniche più disparate:...

Autore: Giulia Legato
Vai alla pagina della tesi »
Sandra Mondaini e Raimondo Vianello: dal teatro alla televisione, dal varietà alla sit-com

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello sono stati protagonisti dello spettacolo italiano per 60 anni, individualmente e in coppia. La loro straordinaria ecletticità artistica li ha resi interpreti ideali di show teatrali e televisivi, di programmi radiofonici e di pellicole cinematografiche, e in ognuno di questi settori hanno saputo portare un contributo innovativo e indimenticabile. Pochissimi altri artisti italiani possono vantare un curriculum così vario e una presenza tanto continuativa, e anc...

Vai alla pagina della tesi »
Federico García Lorca: musica, poesia e teatro.

En este trabajo principalmente se ha tratado de subrayar la importancia que ha tenido la música en la experiencia teatral de Federico García Lorca, como director de La Barraca y como dramaturgo. La decisión de partir de la infancia se toma para demostrar que la musicalidad es más que un tema de su obra literaria, García Lorca antes que poeta y dramaturgo era músico. Durante la juventud, su afán hacia la música culta lo puso en contacto con valientes maestros con quienes estudió armonía y compo...

Vai alla pagina della tesi »
La rappresentazione della follia dal teatro alla comunicazione multimediale

Il termine di follia, studiando psicologia, è analizzato soprattutto in termini di patologia. Ho ritenuto interessante mettere la Follia in relazione ai seguenti tre mezzi di comunicazione: Teatro, Cinema e Internet, perciò Follia=Patologia, Follia=Perversione=, Follia=Passione

Vai alla pagina della tesi »
Antonin Artaud: teatro, delirio e spazio scenico
Paolo Grasso

Quanto c’è di spudorato nel voler fare a meno della letteratura pur continuando a scrivere? Perché gli spiriti più sensibili al destino dell’uomo hanno cercato quasi tutti di oltrepassare la dimensione prosaica della parola senza riuscirvi? Cosa li ha costretti, cosa li ha ridotti alla propria coazione verbosa? E perché, una volta spintisi ai confini dell’espressione umana, non hanno più ritrovato se stessi se non in un deserto? Chissà? Tanti in proposito gli interrogativi su questo genio, d...

Autore: Paolo Grasso
Vai alla pagina della tesi »
Il teatro dell'antica Roma alle origini del teatro moderno

Il lavoro pone il teatro della civiltà latina, in specie quello del periodo tardo-repubblicano e imperiale alla base del teatro - cosiddetto di regia - della civiltà moderna. In particolare vengono analizzati alcuni aspetti di quella civiltà dello spettacolo, quali la spettacolarità, anche deteriore, il divismo, i legami con il potere e con la società, e vengono confrontati con l'oggi.

Autore: Fabio Cassarà
Vai alla pagina della tesi »
Il teatro di Samuel Beckett e Abe Kobo

Il mio lavoro è una comparazione tra due autori contemporanei molto distanti fisicamente e culturalmente ma con diversi punti in comune. Si tratta del drammaturgo irlandese Beckett e dello scrittore nipponico Abe Kobo. Costoro vengono generalmente accostati in quanto esponenti del cosiddetto "Teatro dell'Assurdo", movimento letterario del 900: dopo aver indagato la sulla effettiva validità di tale accostamento, procederò con un parallelismo non solo sui testi teatrali, ma anche attraverso traduz...

Autore: Alessia Novara
Vai alla pagina della tesi »
Il teatro di Annibale Ruccello: mass media come nuovi attori

Televisione radio e telefono sono gli emblemi della cultura di massa degli anni ottanta, impongono linguaggi, nuovi modi di comunicare, forniscono messaggi. Nel teatro di Ruccello diventano veri e propri attori sul palco che interagiscono con le protagoniste, influenzandone i pensieri e le azioni.

Vai alla pagina della tesi »
Teatro e disagio psichico

Il binomio teatro/disagio psichico è compreso in tutte quelle esperienze che, in seguito ad un progressivo ampliamento dei confini dell’arte teatrale a partire dagli anni Sessanta, appartengono, sì, ad un ambito artistico, ma evocano necessariamente anche un contesto sociale. Nella ricerca, circoscritta all’Italia, ho studiato il lavoro con soggetti disagiati (esiste infatti anche un’altra possibilità, in cui essi restano piuttosto fruitori di spettacoli, e non attori) in varie forme. Il lavo...

Vai alla pagina della tesi »
Esperienze di teatro e terapia in Italia dal 1990 al 2002
Manuela Mattei

Nell’ultimo decennio, a causa dell’emergere, all’inizio degli anni Ottanta, di psicoterapie a mediazione artistica (denominate artiterapie), anche il mondo accademico italiano ha iniziato a interrogarsi sull’efficacia dell’introduzione e utilizzo di tecniche artistiche (pittura, musica, teatro, danza) nell’ambito terapeutico e riabilitativo. Attraverso i training adottati e le metodologie proposte, l’arte teatrale del Novecento è arrivata a proporre un lavoro, una vera e propria ricerca umana ...

Autore: Manuela Mattei
Vai alla pagina della tesi »
Libertinismo e sessualità sul palco del teatro della Restaurazione

La Restaurazione viene considerata come una tranche della storia britannica, caratterizzata da incertezza sociale e politica, durante la quale i cittadini assunsero uno stile di vita piuttosto sregolato. I temi delle opere riflettevano in maniera fedele l’atmosfera della società e della corte, nelle quali venivano alla luce vari intrighi sessuali. Lo scopo di questa dissertazione è quello di analizzare il tema della sessualità, con particolare riferimento ad alcune opere.

Vai alla pagina della tesi »
Il teatro di Jean Genet

La mia tesi si occupa dell’analisi completa di tutte le opere teatrali di Jean Genet, sia di quelle edite che inedite, con la finalità di mettere in risalto le caratteristiche salienti della sua produzione. Il lavoro si compone di dieci capitoli. Il primo è dedicato alla biografia dell’autore e contiene informazioni utili per capire l’uomo-Genet e il letterato; segue l’elenco delle opere secondo l’ordine cronologico di produzione. I nove capitoli successivi sono dedicati alle rispettive opere...

Autore: Anna Cabella
Vai alla pagina della tesi »
Dal teatro di varietà al varietà televisivo - Il ruolo dell’autore. Due programmi a confronto: “Doppia coppia” (1969) e “Stasera pago io…” (2001).
Simona Palermo

L’esperienza televisiva ha suggerito sin dagli inizi, una serie di riflessioni teoriche, che hanno iniziato a delineare una sorta di possibile estetica della televisione. Rimanendo fedeli ad una terminologia concreta e basilare, in questa tesi si preferisce parlare di analisi tecnico-formali condotte sul solo varietà televisivo e di conseguenti, riconoscibili, poetiche riconducibili alla televisione in generale. Di fronte al fenomeno televisivo del varietà ed alle strutture operative che mette ...

Autore: Simona Palermo
Vai alla pagina della tesi »

Stai cercando una Tesi di laurea?

Tesionline da 10 anni pubblica le tesi dei migliori laureati italiani e ogni giorno sul nostro sito potrai trovare circa 40 nuove tesi pubblicate nelle più diverse discipline.

Prima di iniziare la ricerca ti consigliamo di registrarti per:

  1. contattare gli autori delle tesi che ti interessano per chiedere consigli e informazioni;
  2. scaricare gratuitamente le prime 10-15 pagine delle tesi che ti interessano;
  3. consultare liberamente gli indici di tutte le tesi pubblicate;
  4. scegliere degli argomenti ed essere avvertito non appena viene pubblicata una nuova tesi riferita agli stessi.

Non riesci a trovare quello che cercavi?

Registrati al sito e:

  1. Cerca altre tesi correlate a "teatro"
  2. Scrivi alla redazione per ricevere aiuto (solo gli utenti registrati possono usufruire gratuitamente del servizio)