Skip to content

Il teorema di vantaggio comparato di Aldo Ricardo

E’ un concetto inventato da Aldo Ricardo, che nel suo libro " Principi di economia politica", esplica un teorema.
Un prodotto ha successo fino a quando è più conveniente di un altro, ma la convenienza dipende dai VALORI DI SCAMBIO, cioè il rapporto fra il prezzo e il costo di produzione.

BENE A rapportato al BENE B
P / C        :        P / C

Si rapporta il valore di scambio del Bene A con il valore di scambio del Bene B per decidere che bene acquistare
Da tutto ciò nasce un altro concetto: la COMPETIZIONE FRA MERCATI: il consumatore acquista il bene con il maggiore valore di scambio.
Con la Rivoluzione Industriale si comprano i beni della fabbrica, piuttosto che quelli dell’artigiano.

L’economia di mercato si regge quindi sulla divisione del lavoro e sulla competizione fra i mercati.
Ricardo codifica questo concetto con tre modelli:
- MERCATO MONOPOLISTA : il mercato è in mano ad un unico soggetto, che stabilisce i prezzi di vendita.
- MERCATO OLIGOPOLISTA : il mercato è in mano ad un gruppo di pochi grandi produttori, che si mettono d’accordo
- MERCATO PERFETTAMENTE CONCORRENZIALE : esiste una pluralità di soggetti, ed è un mercato aperto a nuovi operatori.
Il mercato della Rivoluzione Industriale inglese è un mercato perfettamente concorrenziale, perché è l’unico efficace per lo sviluppo economico, mentre gli altri non permettono lo sviluppo economico perché “saltano” il teorema dei vantaggi comparati.

Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Dall'economia preindustriale all'economia industriale

Appunti presi durante il corso di Storia Economica a.a. 2008-09.