Skip to content

I costituenti delle emozioni

 
Nell’ambito della psicologia scientifica, le emozioni sono un oggetto di studio relativamente recente, nonostante la nostra vita quotidiana sia caratterizzata dalla ricorrente presenza di esperienze emotive. Solo con la svolta cognitiva degli anni Settanta, e il rinnovato interesse per i processi interni, mentali, soggettivi, esse hanno acquisito a pieno titolo diritto a divenire oggetti di ricerca e conoscenza scientifica.
Le emozioni costituiscono una sintesi tra programmi genetici di tipo innato, da un lato, e esperienze soggettive e culturali compiute dagli individui, dall’altro lato.
Da qui prende origine il concetto di “sistema motivazionale a base innata”. Sono stati riconosciuti tre tipi di sistemi motivazionali a base innata. I sistemi motivazionali non sociali hanno come scopo il mantenimento dell’omeostasi, l’esplorazione dell’ambiente e la difesa dai pericoli ambientali.
I sistemi motivazionali epistemici sono associati a sentimenti di padronanza di un’ abilità e di apprezzamento per le conseguenti scoperte conoscitive.
I sistemi motivazionali interpersonali regolano l’interazione sociale e comprendono i sistemi dell’attaccamento, competitivo, di accudimento, sessuale e cooperativo: ciascuno di essi è concepibile come un sistema funzionale capace di regolare l’esperienza emotiva.
A differenza dei sistemi motivazionali non sociali, che regolano prevalentemente sensazioni corporee, gli SMI (Sistemi Motivazionali Interpersonali) regolano soprattutto le emozioni.
Ogni sistema motivazionale organizza una sequenza di emozioni particolari, a seconda che lo scopo sia raggiunto oppure ostacolato; inoltre, ogni sequenza di emozioni in un individuo comporta una sequenza emozionale complementare nell’ individuo con cui si è in interazione.

Tratto da ADOLESCENZA E COMPITI DI SVILUPPO di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro