Skip to content

La rabbia dal punto di vista evolutivo

La rabbia dal punto di vista evolutivo


I precursori delle emozioni (il piacere, la circospezione e la frustrazione) emergono da reazioni precoci a un moderato o prolungato stato di eccitazione, e sono da considerarsi dei prototipi delle emozioni, nel senso che contengono una caratteristica fondamentale dell’emozione successiva.
Precursore del sistema della rabbia è la “reazione di frustrazione”. Nei primi giorni di vita del bambino, bloccando un suo movimento, per esempio immobilizzandogli la testa, si ottiene una risposta diffusa di agitazione, poiché si determina un accumulo dì attivazione. Successivamente, compare la reazione di disagio a causa del blocco fisico, che non è ancora un’emozione perché manca il criterio di significato. Qualche mese dopo, una reazione simile può essere causata dal fallimento di uno schema d’azione precedentemente consolidato, per esempio il non riuscire a portare alla bocca un giocattolo che il bambino può vedere e toccare: ciò determina una reazione emozionale che coinvolge inizi di significato. L’emozione di rabbia vera e propria emerge come reazione immediata e può manifestarsi anche in caso di fallimento di un’azione che non era mai stata sperimentata in precedenza.

Tratto da ADOLESCENZA E COMPITI DI SVILUPPO di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: