Skip to content

Spermatofite (piante che producono seme)

Caratteri: 1. ciclo aplodiplonte
2. non liberano mai meiospore pur formandole (sporogenesi)
3. le spore germinano direttamente sullo sporofito che le ha prodotte
4. sono tutte eterosporee (androspore e ginospore)
5. producono androgameti e ginogameti

Aspetti innovativi nella riproduzione delle spermatofite:
1. Produzione del granulo pollinico che resiste alla siccità e consente il trasporto dell’intero microgametofito in prossimità del gametofito femminile
2. La presenza di spermi - generalmente privi di flagelli- che vengono trasportati dalla cellula uovo tramite il tubetto pollinico
3. La formazione del seme, che consente di proteggere il giovane sporofito fino a quando le condizioni ambientali non divengono favorevoli al suo sviluppo
Esse non dipendono dall’acqua per la fecondazione e sono pertanto in grado di riprodursi per via sessuale in ambienti emersi e aridi. Si perde quindi ogni ricordo della vita acquatica!

Megasporangio femminile che contiene la megaspora. Il granulo pollinico portato dall’aria raggiunge il micropilo, che nelle forme più arcaiche è costituito da più lamelle che tendono ad unirsi in un unico tegumento pluristratificato. Quando il granulo pollinico viene riconosciuto emette il tubetto pollinico che raggiunge la cellula uovo, avviene la fecondazione e si forma l’embrione. L’embrione è posizionato con la parte che darà origine alla radichetta rivolta verso il micropilo. L’embrione sarà il nuovo sporofito.
Tratto da BOTANICA SISTEMATICA DELLE PIANTE SUPERIORI di Marco Cavagnero
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro