Skip to content

Focus sui difetti posturali


Il piede valgo è dovuto a caduta interna dell’asse astragalo-calcaneare, provocando rotazione dell’asse tibio-astragalo-calcaneare, causando dolori alla schiena e dorsolombalgie o artrosi precoci.
In questo caso la CV compensa il difetto con iperlordosi lombare e ipercifosi dorsale, causando la dorso-lombalgia.

L’ iperlordosi avviene perché l’appoggio posteriore del cotile provoca anti-flessione dell’ala iliaca ed aumento dell’angolo sacrale, orizzontalizzando il sacro e facendo partire i glutei in avanti insieme all’addome, che diventa prominente.

Nel piede varo l’asse astragalo-calcaneare cade in esterno, provocando rotazione esterna dell’asse femoro-tibiale, causando coxalgia e dolori al ginocchio, sviluppando patologie inserzionali del medio gluteo e del tensore della fascia lata.
Il varo scompensa prima l’arto inferiore e poi il rachide, verticalizzando il sacro e causando glutei e dorso piatti.

Nel piede asimmetrico (varo-valgo) ci sono scompensi e rotazioni della CV, che possono comportare una scoliosi in caso di mancata funzione tampone sul bacino.
La CV si adatta allo squilibrio in maniera armonica (scoliosi), tipica dei soggetti più lassi e giovani, o disarmonica (blocchi a livello della CV), più tipica di soggetti retratti e anziani.

Con un piede a doppia componente provoca un piano scapolare anteriore e dorso piatto e tensione a livello dei polpacci e quadricipiti, più un atteggiamento ad artiglio delle dita dei piedi.
I sintomi saranno metatarsalgie, valgismo dell’alluce e crampi.
A livello lombare avremo una falsa iperlordosi con predisposizione a spondilolistesi.
Tratto da DISCIPLINE DELL'APPARATO LOCOMOTORE di Vincenzo Sorgente
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.