Skip to content

Elementi del film. Definizione di montaggio

Elementi del film. Definizione di montaggio


Cos’è il montaggio. Il montaggio è l’operazione che consente di determinare l’ordine e la durata delle inquadrature, secondo una certa logica di tipo narrativo, semantico e/o estetico; così facendo costruisce sempre una serie di relazioni fra due o più elementi che possono essere sia di tipo diegetico, che discorsivo.
Il montaggio può andare ben oltre la semplice elaborazione meccanica e sfociare in un processo altamente creativo caratterizzato non solo dalla pura continuità, ma anche da altri aspetti di rilievo come il ritmo, la sovrapposizione di significato, l’alternarsi dei tempi.
Se nel cinema classico il montaggio era sempre al servizio della trasparenza del discorso narrativo, nel cinema europeo ed in quello d’avanguardia esso diventa il segno della presenza dell’autore, discostandosi da norme e convenzioni, per quanto riguarda, ad esempio, il ritmo narrativo o le combinazioni di inquadrature diverse di scala o di durata.
Nello strutturare secondo una certa logica la successione delle inquadrature, il montaggio crea delle unità narrative denominate scene e sequenze. La scena presuppone sempre un’unità di luogo, tempo ed azione, mentre la sequenza implica la rottura di una queste unità. Una sequenza può così essere formata da due o più scene.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.