Skip to content

Montaggio alternato, parallelo, didascalico, simbolico, virtuosistico


L’accostamento di due immagini produce sempre un effetto psicologico che va oltre la semplice giustapposizione, stabilendo una sorta di tensione implicita che salda le due inquadrature abbinate con forza indissolubile; per questo si possono definire vari tipi di montaggio in relazione a ciò che si vuole sottolineare:
montaggio alternato, quando si ha contemporaneamente unità di luogo ed azione;
montaggio parallelo, quando si crea un alterazione nell’organizzazione del tempo e dello spazio, rappresentando due situazioni in cui vi è contemporaneità d’azione, unità di tempo, ma non di luogo;
montaggio didascalico, quando, attraverso l’unione delle inquadrature, si tende a rimarcare ciò che è implicitamente espresso dalle immagini;
montaggio virtuosistico, quando esalta la composizione visiva, creata attraverso una unione non lineare delle inquadrature;
montaggio simbolico, quando, attraverso una particolare costruzione visiva, si rimanda ad un significato non esplicitamente espresso.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.