Skip to content

L'intestino tenue


Funzioni:
• riceve il chimo dallo stomaco a livello dell'Ampolla Duodenale
• deve completare la digestione mediante azione emulsionante di bile e litica della lipasi infatti nel duodeno sboccano il dotto colodoco e i dotti pancreatici che portano bile e succhi pancreatici; inoltre si ha l'assorbimento delle sostanze nel circolo sanguigno e linfatico. Sorveglianza immunitaria da parte del tessuto linfoide diffuso.

È il tratto più lungo del canale alimentare 7 m è formato da duodeno + intestino tenue mesenteriale, segue allo stomaco e prosegue nell'intestino crasso.
Ha una superficie di circa 100 m 2 ottenuti tramite i successivi ripiegamenti per la presenza di pieghe circolari, villi intestinali, microvilli degli enterociti.

Duodeno
- parte fissa
- dietro il peritoneo, ne è coperto solo anteriormente per cui aderisce alla superficie addominale posteriore
- forma di c

Presenta 4 porzioni:
- bulbo duodenale
- parte discendente
- parte orizzontale
- parte ascendente

Rapporti con:
• in avanti: lobo destro del fegato e cistifellea
• posteriormente: rene e uretere destro, vena cava inferiore, aorta, vaso renale sinistro
• con il pancreas la cui testa si inserisce nella concavità della c duodenale
• solco trasverso del fegato attraverso il legamento epatoduodenale
• diaframma e parte addominale posteriore attraverso il legamento di treitz.

Sulla superficie interna della porzione discendente:
- 2 rilievi
- papilla duodenale maggiore di vater: sboccano coledoco e dotto pancreatico maggiore
- papilla duodenale minore di santorini: sbocca dotto pancreatico accessorio
- irrorazione:
• arteria pancreaticoduodenale superiore e inferiore
• vene tributarie del sistema portale epatico

Tratto da L'APPARATO DIGERENTE di Stefania Corrai
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: