Skip to content

Modalità di percezione sensoriale della corteccia cerebrale

MODALITÀ DI PERCEZIONE SENSORIALE DELLA CORTECCIA CEREBRALE


Modalità sensoriali diverse sono mediate da sistemi sensoriali diversi. Tuttavia, un oggetto viene da noi percepito e memorizzato nella sua interezza: forma, colore, odore, grana della superficie, ecc. una rosa viene vista da noi nella sua forma e colore, viene apprezzata al tatto per la setosità dei suoi petali, viene riconosciuta  grazie al suo profumo. Una rosa lo è nella sua interezza: non percepiamo le diverse modalità sensoriali come distinte. Non è quindi presente nella nostra percezione solo l’integrazione di aspetti diversi all’interno della stessa modalità (ad esempio forma, colore e posizione per la sensibilità visiva), ma sono anche presenti integrazioni intermodali. 
Le aree sensoriali primarie (ad esempio visiva primaria, acustica primaria e somatosensoriale primaria) proiettano ad aree sensoriali adiacenti che integrano informazioni all’interno di una singola modalità; tali aree sono dette aree associative unimodali. Queste ultime proiettano alle aree associative eteromodali che integrano informazioni provenienti da più di una modalità sensoriale: le aree associative etermodali temporo-parietali, ad esempio, integrano informazioni acustiche, visive e somatosensoriali. Le aree associative sensoriali eteromodali proiettano alle aree motorie associative polimodali, localizzate anteriormente nei lobi frontali, che producono una adeguata risposta comportamentale ed elaborano i programmi per i movimenti da eseguire. Questi programmi sono inviati alle aree motorie (premotoria e motoria primaria) che inviano i segnali ai motoneuroni per l’attuazione dell’uscita motoria.  
L’area associativa eteromodale posteriore (giro angolare) corrisponde al lobo parietale inferiore (al confine con il lobo occipitale e temporale) ed è un’area associativa eteromodale implicata nell’attenzione, nel linguaggio e nella percezione.  
L’area associativa eteromodale anteriore è situata nella corteccia prefrontale laterale ed è implicata nella memoria di lavoro, attenzione di lavoro e funzioni esecutive del comportamento. Una lesione di tale area porta alla sindrome del lobo frontale. 
La corteccia sopramodale è costituita dalla parte orbito – frontale e fa parte dell’area associativa limbica; è situata nella corteccia pre-frontale ed è coinvolta nelle motivazioni, emozioni, nello stabilire un legame con il mondo esterno partecipando fortemente alla coscienza.     

Tratto da LA CORTECCIA CEREBRALE di Stefania Corrai
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: