Skip to content

Digitale e nuove piattaforme


Il digitale è una tecnologia che permette di fondere codici diversi in un’unità e quindi agire, manipolare e creare elementi che un tempo erano separati ( The Matrix è un esempio di sfruttamento di questa nuova tecnologia). A differenza delle immagini analogiche (formate da elementi continui), le immagini digitali sono costituite da elementi discreti (pixel) che in quanto discontinui possono essere separati e modificati singolarmente. Sia il cinema che la tv sono stati influenzati da questa nuova tecnologia, ma l’impatto della digitalizzazione sulla tv è stato più ampio e ha avuto diversi effetti, determinati dalle caratteristiche dell’immagine digitale, che è:
    •    omogenea: il flusso televisivo è riconducibile ad un’unica matrice, quindi assimilabile a testi diversi che possono convergere su un’unica piattaforma (il pc) e poi divergere (è compatibile con più piattaforme)
    •    mobile: la ricezione non necessità di antenne fissa e può avvenire il mobilità
    •    sintetica: solo le informazioni necessarie vengono trasmesse, quindi i dati diventano più densi e facilmente trasportabili
    •    interattiva: il dato digitale è flessibile e sintetico, quindi modificabile e permette l’invio di dati aggiuntivi (contenuti basic + contenuti plus)
Tratto da LA TELEVISIONE COME TESTO ESPANSO di Francesca Masciadri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro