Skip to content

Il rapporto tra letteratura e viaggio

Secondo Fasano, il viaggio è una variabile interna al fatto letterario. Fra letteratura e viaggio vi Ë rapporto reciproco: un rapporto che non cogliamo subito solo perchè sta davanti agli occhi. Il viaggiatore e lo scrittore, in un certo senso, nascono insieme. Il viaggiatore Ë colui che costituisce, spostandosi, una distanza. Avendo una dimora, se ne allontana. E questa distanza ha una durata.

E' esattamente qui il nesso, se la scrittura è infatti nata originariamente per rendere possibile la comunicazione a distanza. Infatti, le forme principali della scrittura da viaggio sono le forme primarie della scrittura: la lettera, il messaggio scritto che percorre a ritroso il viaggio; e il diario di bordo, che garantisce la trasmissione dell'esperienza-viaggio.

Tratto da LETTERATURA E VIAGGIO di Domenico Valenza
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: