Skip to content

Trattamento dell'atteggiamento scoliotico e della scoliosi statica


-Atteggiamento scoliotico: ginnastica correttiva
E' chiaro che questo soggetto deve essere innanzitutto invitato a correggere le sue posizioni scorrette e poi a questo è possibile aggiungere una ginnastica correttiva che rinforzi la muscolatura paravertebrale e modifichi i viziosi atteggiamenti
-Nelle scoliosi statiche (legate alle dismetrie degli arti): rialzo della scarpa o allungamento dell’arto
Queste scoliosi statiche in realtà richiedono soltanto un riallineamento in lunghezza dei due arti che può essere raggiunto tramite un rialzo nella scarpa se si tratta di pochi cm, mentre se si tratta di più cm attraverso un allungamento degli arti. Si esegue un’osteotomia, si interrompe cioè il segmento scheletrico da allungare, e dopo sul focolaio di frattura o meglio sui frammenti del focolaio di frattura vengono fissate delle fish inferiormente e superiormente che tendono a distrarre il callo osseo; nella parte di buco si forma del nuovo tessuto che di fatto va ad allungare poi l’arto consolidandolo. Nell’ambito di quelle che sono le dismetrie il tipo di trattamento dipende strettamente dalla entità delle dismetrie, fino a 2-3 cm di solito tutto viene ad essere corretto con un rialzo inserito nella scarpa, si incomincia a parlare di allungamenti quando le dismetrie risultano essere già più importanti, siamo sopra i 5-6 cm, per cui a questo punto o si mette il tacco ma talvolta può anche non essere tanto piacevole oppure si decide di fare l’allungamento.
Tratto da MALATTIE DELL'APPARATO LOCOMOTORE di Irene Mottareale
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: