Skip to content

Grazia e regno di Dio nel cuore



Nel cuore si trovano: la grazia sotto forma di scintilla; il regno di Dio, che vien attualizzato quando la grazia regna nel cuore, e il cielo (interiore). Ma il cuore può anche divenire innaturalmente fonte di morte. Nel cuore han sede le passioni. Il diavolo può agire dall'esterno o dall'interno, ed il cuore può divenire la sua casa. Da essa il diavolo è stato cacciato con il battesimo ma rientra con i peccati commessi. Comunque si trova nella superficie del cuore. I pensieri negativi posson quindi contaminare anche il tempio di Dio nel cuore: allora il tempio di Dio diviene spelonca di ladri. Cuore designa l'interiorità dell'uomo, con la sua vita spirituale, ovvero l'uomo interiore. E' l'organo direttore, in cui dirigere la propria attenzione perchè lì bisogna porre la legge di Dio. Ha anche un centro, detto ochema. E 3 dimensioni: cielo, profondità, centro.
Ma nous e cuore non sono la medesima cosa, siccome spesso se ne parla in termini diversi. Nous si riferisce in senso più proprio alla luce che ne scaturisce, cuore alla materia che ne fa da sede. Cuore ha un connotazione passiva. Nel manuale si dice che le premesse per la discesa del nous nel cuore sono il tacere e il ritrarre le energie psichiche..l'anima è legata al corpo nel cuore, vincolata al respiro e veicolata dai nervi e dal sangue; le energie van dunque concentrate nel cuore, da dove van trasformate.

Tratto da ORIGINI GRECHE DELL'ESICASMO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: