Skip to content

Nous e Esicasmo



Nella filocalia molti sono i riferimenti al nous. In Massimo il confessore in particolare, Il nous è la presenza divina o la possibilità di essa nell'uomo. Il nous è ricettacolo. In esso l'uomo può erigere anche un simulacro del peccato. Il nous ha il discernimento, anzi la potenza di discernimento. E' privo di forma ma la acquisisce da ciò che percepisce. E' come uno specchio. L'impassibilità ripristina il desiderio naturale dell'intelletto verso Dio. Impassibilità e amore perfetto coincidono. Antonio il Grande dice che spirito anima e vita sono comuni anche agli animali, il nous distingue l'uomo. Il nous è l'occhio dell'anima. Spesso è messo in rapporto con la spina dorsale. Nei medici preippocratici la spina dorsale collega le energie psichiche e vitali dell'uomo. Platone nel Timeo sviluppa dottrine pitagoriche: l'anima è distribuita a sezioni lungo la spina dorsale e nel midollo spinale essa si unisce al corpo. Rapporti tra utilizzi del seme e crescita spirituale.  Nell'esicasmo nous e cuore sono termini equivalenti, da intendere non in senso meterialistico. Ma c'è una relazione tra cuore spirituale e fisico come tra nous ed encefalo. Atanasio poneva il nous nel cervello, Macario nel cuore. Cuore comunque sembra indicare una dimensione dell'anima in cui son associate quelle potenze che di solito sono separate. Si parla di cuore sottolineando la valenza affettiva, nous quella conoscitiva.  Nell'esicasmo c'è una dottrina dei centri sottili secondo cui le energie sottili dell'organismo umano si concentrano principalmente in alcuni punti lungo la spina dorsale. Nel Manuale si parla indirettamente di spina dorsale quando si dice che il pneuma psichico scorre nei condotti nervosi.
Tratto da ORIGINI GRECHE DELL'ESICASMO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: