Skip to content

Sindromi che comportano ritardo mentale


SINDROME DI DOWN
È legata ad un problema genetico: trisomia del cromosoma 21. Hanno un QI di circa 50.
Le caratteristiche estetiche sono: testa piccola, viso piatto, naso e bocca piccola e occhi a mandorla.
Questi soggetti possono avere disturbi: cardiaci, visivi, gastrointestinali, dentari, ipofisari e in assenza di disturbi cardiaci vivono per almeno 30 anni.
Si riscontrano problemi nel linguaggio a livello grammaticale e fonologico.
Caratterialmente sono socievoli, ostinati e hanno una memoria eccellente.

SINDROME DI WILLIAMS
È legata al cromosoma 7 del gene dell’elastina: hanno un’insufficienza dell’elastina che causa invecchiamento precoce della pelle. Il QI è di 50-60.
Le caratteristiche estetiche sono: naso corto, fronte larga e guance piene  faccia da elfo, inoltre sono di bassa statura.
Questi soggetti hanno le articolazioni ipersensibili, basso tono muscolari e quindi problemi nel controllo motorio fine.
Hanno un buon lessico e un buon senso musicale, ma difficoltà a stringere amicizie.

SINDROME DI PRADER-WILLI
È legata al cromosoma 15: si hanno 2 cromosomi 15 ereditati dalla madre e nessuno dal padre. Hanno un QI di 70.
Le caratteristiche estetiche sono:viso stretto con occhi a mandorla, bassa statura, mani piccole, piedi larghi e corti e spalle oblique.
Questi soggetti possono avere problemi cardiaci, un insufficiente funzionamento dell’ipotalamo, obesità, iperfagia, problemi articolari.
Sono soggetti irritabili, impulsivi e ossessionati dal cibo.
Interventi: medico per l’obesità, comportamentale, educazione alimentare e attività motoria.

SINDROME DELLA X FRAGILE
È legata alla presenza di un anomalo cromosoma x: c’è parte di materiale genetico all’estremità del braccio x.
Le caratteristiche fisiche sono viso lungo e stretto e orecchie prominenti.
Presentano difficoltà nel ragionare, nel mantenere l’attenzione, comportamenti autistici, iperattività e problemi relazionali.
Tratto da PSICOLOGIA DELL'HANDICAP di Irene Mottareale
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: