Skip to content

Definizione di rimediazione nei media


L’industria dell’intrattenimento ha sempre effettuato dei riposizionamenti: ci si impossessa di un contenuto di proprietà di un determinato medium e lo si usa all’interno di un latro(riadattamento di un romanzo per il cinema).
La rappresentazione di un medium all’interno di un altro è riedizione: caratteristica fondamentale dei nuovi media digitali.
Il medium digitale vuole cancellare se stesso in modo tale che lo spettatore possa stabilire lo stesso legame con il contenuto veicolato come se si stesse confrontando con il medium originale. L’intervento del computer e la sua presenza fisica sono in qualche modo percepibili, la trasparenza rimane quindi l’obiettivo principale.
L’atto della rimediazione operato dai nuovi media assicura che il vecchio media non possa scomparire del tutto; il nuovo medium rimane dipendente dal vecchio sia consapevolmente che inconsapevolmente(Myst e Doom rimediano il cinema).
La tv e il web sono impegnati in un inconsapevole competizione che ha risvolti economici e estetici: è uno scontro per determinare chi tra tv e internet dominerà il mercato mondiale. Il cinema come la tv sta cercando di assorbire e reindirizzare la tecnologia digitale.
Hollywood ha incorporato la computer graphic all’interno del suo ciclo produttivo anche per evitare che il pericolo proveniente dai media digitali trasformasse la tradizionale struttura lineare dei film. Tale tentativo dimostra che la rimediazione opera in entrambe le direzioni: gli utenti dei vecchi media cercano di appropriarsi e rimodellare la grafica computerizzata, così come gli artisti di grafica digitale rimodellano cinema e tv. Clark: “La televisione non verrà semplicemente sostituita dalla realtà virtuale, la realtà virtuale la mangerà viva. ”

Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.