Skip to content

Televisione mezzo veloce di rimediazione


Come è accaduto con il cinema, anche la tv per garantirsi la sopravvivenza ha bisogno di rimediare i nuovi media digitali, anche se rispetto al cinema essa ha il vantaggio di aver sempre attinto liberamente forme e materiali da altri media( il cinema è stato il suo primo obiettivo ). Il cinema è stato il primo obiettivo della rimediazione operata dalla tv. Nel passato, la distinzione tra cinema e tv era chiara. La televisione riconosce più esplicitamente e prontamente le proprie mediazioni di quanto non faccia il cinema. La tv non si è dedicata completamente alla ricerca di un realismo di tipo fotografico o cinematografico, ma ha comunque elaborato i propri stili di trasparenza. Il monitoraggio rimane il paradigma fondamentale della tv. La tv ha entusiasticamente accettato l’introduzione della grafica e del montaggio digitale e utilizza entrambi per espandere sia la propria trasparenza sia l’ipermediazione. L’informazione tv è sempre più favorevole a usare la tecnologia digitale per ottenere ipermediazione senza rinunciare alla pretesa di essere dal vivo. Gli spot pubblicitari televisivi sono un’evidente rimediazione della pubblicità della carta stampata e in particolare della radiofonia. Lo stile della pubblicità contribuisce a definire la tv come medium.
Come l’ubiquitus computing e il world wide web e a differenza del cinema e della VR, la tv ci mette a confronto con la realtà della mediazione nella misura in cui monitora e riforma il mondo e, allo steso tempo, le vite e le pratiche dei suoi abitanti. La tv rimedia il reale esattamente nel modo in cui rimedia il cinema e gli altri media.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.