Skip to content

Il modello del sistema sociale di Parsons


ha creato un modello molto esplicito che chiarisce le esigenze che un sistema deve soddisfare se vuole sopravvivere. Abbiamo già incontrato il modello AGIL di Parson. Secondo il quale tutti i sistemi sociali hanno 4 problemi di fondo (adattamento, raggiungimento degli obbiettivi, integrazione, e latenza o mantenimento. Questo modello è abbastanza generale da essere applicato a tutti i tipi di sistemi sociali, e a diversi livelli d’analisi di un sistema.
A livello ecologico, Mostra come le unità sociali (come le organizzazioni), siano classificabili in base a alla funzione che svolgono nella società(economiche, sociali ecc.). Ciò che dal punto di vista dell’organizzazione è un suo obbiettivo principale, per la società di cui è parte, è una funzione specializzata o differenziata. Sicché questo legame funzionale legittima l’esistenza di quell’organizzazione.
A livello strutturale ogni organizzazione può essere analizzata a sua volta come sistema sociale, e deve quindi a sua volta sviluppare sottoinsiemi differenziati per far fronte alle 4 esigenze fondamentali. Così deve sviluppare strutture che le permettano di adattarsi all’ambiente, sono necessari meccanismi che le permettano di individuare  e realizzare i proprio obbiettivi, deve trovare il modo di motivare  e coordinare i propri membri per favorire l’integrazione. Inoltre per far fronte ai problemi di latenza si devono promuovere i valori che legittimano l’output dell’organizzazione. Queste esigenze funzionali a cui far fronte, dovranno essere affrontate in modo strutturalmente differenziato, perché altrimenti sarebbero in conflitto tra loro. (esempio: l’esigenza di integrazione, può entrare in conflitto col perseguimento degli obbiettivi, in questo caso la cosa si risolverebbe, con l’istituzione di un leader strumentale che is occupa del perseguimento degli obbiettivi, e un leader socio emotivo che si occupa di allentare le tensioni e favorire l’integrazione fra i membri, in questo caso il conflitto alcuni pensano che si trasferirebbe solo ad un piano più alto, e li poi sta ai leader sostenersi a vicenda).
A livello socio psicologico afferma che ogni sottosistema menzionato (perseguimento degli obbiettivi, integrazione ecc) sia formato a sua volta da altre sotto unità.
Parson non si limita a definire le funzioni che rendono simili le organizzazioni agli altri sistemi sociali, ma anche ciò ke li differenzia, ovvero un importanza prioritaria e maggiore verso il settore del perseguimento degli obbiettivi, su gli altri settori. Inoltre ci fornisce anche un analisi dell’organizzazione in senso verticale, dove distingue  il sistema tecnico: dove viene trattato il vero e proprio prodotto (esempio: gli operai alla catena di montaggio), il sistema gestionale: le cui funzioni sono quelle di coordinare gli affari interni  e mediare con l’ambiente circostante (coloro che usufruiscono del prodotto, e coloro che forniscono le materie prime), e un terzo sistema, istituzionale il cui compito collegare l’organizzazione al più ampio sistema della società “la legittimità”.


Tratto da SOCIOLOGIA DELLE ORGANIZZAZIONI di Antonio Grisolia
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: