Skip to content

La strada per risolvere traumi infantili

Come si giunge alla verità? Non con la forza di volontà o terrei o medicine
Incontro con Janov: “basta provare le sofferenze che sono alle nostre origini per scoprire i bisogni primari” = il riaffiorare delle sofferenze porta a dissolvere le rimozioni e per conoscere i traumi patiti. Necessità di riconnettersi con le prime sofferenze della nostra infanzia (rivivere gli elementi rimossi = eliminazione sintomi).
Molti terapeuti già usavano questa tecnica (trasferire i loro pazienti nello stato di disperazione, paura, sofferenza tipica della loro 1° infanzia). Non è sufficiente, pericolo per energie che si liberano (l’esperienza delle lontane sofferenze è sollievo, ma se non si compiono passi ulteriori, le sofferenze permangono, con rischio di suicidio/psicosi), perché  provare qualcosa in un momento o comprenderlo razionalmente non significa essere ancora in grado di sopportare la verità per lungo tempo e introiettarla. Affinché un paziente non si sottragga più alla realtà affiorata e si liberi dei sensi di colpa ha bisogno di un ambiente che sia totalmente dalla parte del bambino. Invece spesso alleanza tra terapeuti che deriva dalla loro stessa educazione: perdono e comprensione dei genitori per liberarsi dai sintomi = è una manipolazione pedagogica asservita alla morale tradizionale e non all’interesse del paziente. Egli non giungerà alla comprensione finché non capirà che la morale imposta dai genitori era negatrice e distruttrice di vita.
Nelle generazioni passate quasi tutti hanno fatto questa esperienza (perdono genitori) per cui tanta insistenza dei terapeuti.

La terapia: scoperta sensoria, emozionale, e mentale della verità rimossa. Se durante la terapia un soggetto riesce ad esperire i suoi sentimenti, ha la possibilità di cogliere sempre più il suo passato grazie alla familiarità con i suoi sentimenti, ma se perdona i genitori nel corso della terapia, c’è il rischio di rivolgere il risentimento verso gli altri. La conciliazione coi genitori è un blocco del processo terapeutico.

di Antonella Bastone
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.