Skip to content

Codice penale e tutela dell’incolumità pubblica

I delitti contro l’incolumità pubblica sono compresi nel Titolo IV del Libro II del codice penale che si compone di tre capi:
1. delitti di pericolo mediante violenza (strage, incendio, disastro ferroviario, ecc…);
2. delitti di pericolo mediante frode (epidemia, avvelenamento di acque o di sostanze alimentari, adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, ecc…);
3. delitti colposi di pericolo (commissione colposo di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro, delitti colposi contro la salute pubblica, ecc…).
Fra gli altri merita attenzione soprattutto il delitto di epidemia: viene infatti punito colui che cagioni una epidemia nella collettività mediante la diffusione di germi patogeni.
Tale fattispecie viene però interpretata restrittivamente, nel senso che punisce solo chi cagiona l’epidemia mediante la diffusione di germi patogeni di cui abbia il possesso materiale, mentre non punisce la persona affetta da malattia contagiosa che cause comunque lo stesso evento dannoso.
Da segnalare anche i delitti di avvelenamento di acque o di sostanze alimentari e di adulterazione o contraffazione di sostanze alimentari: si tratta di reati di pericolo per l’incolumità pubblica, cioè le relative fattispecie si realizzano nel momento stesso dell’avvelenamento delle acque e sostanze alimentari o dell’adulterazione o della contraffazione, indipendentemente dal loro effettivo utilizzo, cioè a prescindere dal prodursi di effetti nocivi o dannosi per l’uomo.
Vanno infine ricordati il delitto di somministrazione e commercio di medicinali guasti e il delitto di somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica: ne derivano importanti obblighi per il medico, che deve saper prescrivere i farmaci in modo corretto e dunque sapere redigere in modo non equivoco una ricetta, e per il farmacista, che deve attenersi rigorosamente alle prescrizioni indicate sulla ricetta.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.