Skip to content

Denuncia del medico delle malattie veneree

L’obbligo riguarda le malattie seguenti, nella loro fase di contagiosità quando non siano state ancora accertate e denunciate da altro sanitario:
a. sifilide,
b. blenorragia,
c. ulcera venerea,
d. linfogranulomatosi inguinale.
La legge dispone testualmente che gli istituti ospedalieri non potranno sottrarsi all’obbligo di ricoverare e curare detti pazienti, anche quando non abbiano sezioni o reparti specializzati.
La denuncia, l’immediata, inviata alla ASL deve contenere le informazioni assunte direttamente dal medico sulla persona malata circa la fonte del contagio, nonché ai soli fini statistici: il sesso, l’età, il comune di residenza.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.