Skip to content

Dimensione e modelli di business

A causa della crisi – o forse proprio grazie ad essa – devono cambiare i modelli di business e di management. Gli imprenditori fanno bene a reclamare di più dal sistema paese, in termini di ordine nei mercati finanziari, di snellimento inerente la burocrazia, una fiscalità più sostenibile, ma non devono aspettare passivamente.

Le imprese italiane, soprattutto le PMI, riscontrano molti problemi da imputare al sistema Paese ma vi sono altre carenze che però, questa volta, vanno imputate agli imprenditori stessi. Per prima cosa, nelle PMI manca uno spirito imprenditoriale forte; in seconda battuta, il principale problema in Italia è dato dalla dimensione delle imprese; non si parla di imprese grandi o piccole ma piuttosto di imprese della dimensione adeguata in termini di nicchia di riferimento.

In Italia vi sono molte piccole imprese ma poche grandi imprese che possono accedere a mercati che crescono e diventano globali. Mancando queste “grandi imprese” è ovvio che viene a mancare terreno fertile anche per le piccole imprese:
– debolezza finanziaria;
– minore produttività;
– minore capacità di pianificare a medio termine;
– minor capacità di investire in R&S;
– minore capacità di internazionalizzare.

In attesa che la finanza si stabilizzi, è necessario ragionare su di una “impresa aperta”, cioè creare un'impresa che riesca a sopravvivere grazie al connubio tra interazioni e trasformazione, tra manifattura e terziario, tra locale e globale. Le crisi hanno costi sociali molto elevati ma allo stesso tempo apportano anche effetti economici positivi. Le aziende più a rischio, non solo in Italia ma a livello globale, sono quelle monoprodotto, poiché dipendono da pochi clienti e da un settore solo. La soluzione l'hanno trovata tutte quelle imprese che sono presenti su più mercati poiché, anche se non al riparo da ogni tipo di rischio, sono comunque state in grado di diversificarsi.

di Adriana Capodicasa
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.