Skip to content

Diversità dei diritti positivi nazionali

Tra le ragioni dell’esistenza e della necessità del diritto comparato, vi è senz’altro la presenza di una grande varietà di sistemi giuridici: ogni Stato possiede, cioè, un diritto che gli è proprio.
Vi sono quindi tanti diritti, tanti sistemi giuridici, quanti sono gli Stati nazionali.
Ma ciò non basta, poiché talvolta concorrono all’interno di uno stesso Stato più sistemi giuridici (ad esempio negli USA).
Inoltre alcune comunità non statuali hanno un loro diritto: diritto canonico, diritto musulmano, diritto indù, diritto ebraico.
Infine esiste il diritto delle organizzazioni internazionali e, soprattutto importante, il diritto della CE, ed esiste, più in generale, un sistema di diritto internazionale pubblico.
In che cosa consiste e in che cosa si manifesta la diversità degli ordinamenti?
La risposta più semplice, e per certi versi superficiale, sottolinea la diversità delle regole che nei vari sistemi risolvono problemi analoghi.
Ma il fenomeno giuridico è più complesso, e le distinzioni e le divergenze tra i sistemi corrono a un livello più profondo e attengono alla concezione stessa dell’ordine sociale, al modo in cui le regole vengono concepite e interpretate.
E’ dunque importante, in via preliminare, esaminare, seppur sinteticamente, alcune questioni generali connesse alle diversità profonde dei vari sistemi.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.