Skip to content

E-capital e valutazione di mercato nell’Età di Internet

Negli anni novanta c’è stata una sorta di corsa agli investimenti per il mercato di internet; il valore dei titoli di borsa è aumentato vertiginosamente fino alla creazione di una delle più spaventose bolle della storia economica che, quando è scoppiata dal 10 Marzo 2000 ha creato situazioni di crisi irrimediabili; tuttavia la crescita degli anni novanta delle nuove tecnologie ha trasformato l’economia globale.
Nella Silicon Valley degli anni novanta si vendono piani d’impresa alle società di capitali  di rischio. Con le sovvenzioni ottenute gli imprenditori avviano una società, assumendo talenti e pagandoli sostanzialmente con stock options e lavorano fino a presentarsi con una offerta pubblica d’acquisto (OPA). Gli investitori giudicano il progetto della opa e se è negativo è la morte del progetto e la perdita del primo capitale di investimento, la società viene smantellata; se invece il progetto viene valutato positivamente, si utilizza il valore della capitalizzazione per ottenere altro capitale e proseguire con il progetto, si lancia dunque nel vero business senza l’aspettativa di realizzare profitti a breve termine.
Le società di capitali a rischio lavorano in stretto contatto con le loro start up (cioè quelli che fanno il progetto che si stanno comprando), guidandone i progetti d’impresa ed alimentandone le attività fino a quando sono considerate un investimento promettente.
L’innovazione tecnologica, la creatività dell’impresa e il finanziamento da parte del mercato sulla base delle aspettative generano un modello di alta crescita. Tutta la nuove economia si sviluppa su esternalità di rete e sulla capacità di attirare investitori, assistendo ad una sempre maggiore globalizzazione ed interdipendenza tra i mercati finanziari.
I capitali sono sempre più virtualizzati e la borsa è affidati alla compravendita dei titoli elettronica; nel 1978 il Nasdaq è ormai un mercato totalmente elettronico, basato su network informatici. La possibilità di reperire informazioni ed investire tramite internet ha modificato radicalmente l’assetto delle società di brokeraggio americane, mentre la regolamentazione nazionale più stretta ha rallentato l’esplosione in Europa, che tuttavia ha registrato un’espansione ed una progressiva deregulation grazie all’avvento dell’euro. La minaccia di internet e delle contrattazione elettroniche ha spinto molte borse alla fusione o all’inizio di joint ventures. La tendenza è quella di assegnare un ruolo fondamentale alle contrattazione elettroniche come core delle Borse finanziarie puntando alla concentrazione maggiore capace di attrarre investitori grazie alla massa critica.
L’opportunità di investire online comporta quattro conseguenze:
1. Incremento dei volumi di mercato, il mercato è in grado di mobilizzare i risparmi da qualunque parte per investirli in ogni dove.+
2. Le informazioni online diventano un fattore critico nelle decisioni degli investitori
3. Disintermediazione, i singoli investitore e i broker online bypassano i broker tradizionali.
4. Gli investitori reagiscono immediatamente al cambio delle tendenze
Il trading elettronica aumento il numero degli investitori con strategie altamente diversificate; L’aspetto negativo del nuovo contesto finanziario/tecnologico è dato da:
Allontanamento della valutazione di mercato dal valore contabile misurato delle imprese
Proliferazione di notizie e indiscrezioni disponibili a chiunque che portano ad un’oscillazione dei mercati spaventosa
Emergere di un nuovo modello d’impresa segnato dalla volatilità e dall’alternarsi di brusche salite e discese nei mercati.
L’accorpamento e divisone di imprese costante che porta ad una tipologia totalmente diversa di organizzazione basata sull’immediatezza del rapporto e la non contiguità del suddetto.

Nel periodo della bolla di internet, gli investimenti si sono profusi a favore di qualsiasi azione collegata ad Internet che ha ottenuto un premio immediato ma senza tenere conto dei rischi elevati.
di Asia Marta Muci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.