Skip to content

Giusnaturalismo: definizione

Quando un giusnaturalista parla del diritto fa sempre riferimento al diritto giusto, quindi si parla di giustizia non solo in senso procedurale (idea che a tutti si applicano le medesime procedure) ma anche in senso sostanziale, morale. Una norma è valida se e solo se è giusta. 
Un giusnaturalista crede che ci sia un diritto la cui esistenza non dipende dall’uomo, ma che può avere due fondazioni diverse: 
1. di carattere teologico (Dio pone il diritto naturale)  
2. razionale (il diritto naturale è il frutto del funzionamento della mente umana)

Il giusnaturalista sussume la validità del diritto positivo alla giustizia delle norme (in base a ciò che secondo lui è il diritto naturale). Conta la relazione fra il diritto posto dagli esseri umani e il diritto naturale: nessun giusnaturalista nega l’esistenza di un diritto positivo, ma la validità delle norme di diritto positivo dipende non solo dal modo in cui sono prodotte, ma anche dal loro rapporto con il diritto naturale.
Per un giusnaturalista una norma ingiusta è una norma invalida.
Quindi l’idea è che si ha un diritto giusto e seguendolo si compiono cose giuste e buone (diritto naturale e morale: differenza molto sfumata).

In tutti gli autori è implicita la tripartizione del sapere aristotelica: 
1. sapere teoretico (teorico): è astratto e non ha direttamente a che fare con la contingenza → matematica
2. sapere pratico: ha a che fare direttamente con gli esseri umani → morale (ciò che si occupa del comportamento dei singoli, il buono o il cattivo), diritto (ciò che si occupa del comportamento degli uomini quando vivono in una società) e politica (come deve essere il comportamento degli uomini nella società)
3. sapere tecnico: il tipo di sapere più basso, vile (il sapere di produrre cose) → per es. il falegname, lo scultore

di Francesca Morandi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.